Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Meteo: Ennesimo stop alla primavera, con freddo in settimana e neve a quote basse previsioni

Previsioni meteo Italia e Lazio 14 e 15 aprile 2021

Più informazioni su

Previsioni meteo Italia

SITUAZIONE. Nella prima parte della nuova settimana l’anticiclone atlantico tenderà ad allungarsi verso latitudini più settentrionali e nei giorni successivi la sua estensione si farà ancora più evidente. Raggiungerà infatti tutta l’Europa nordoccidentale ma anche la Scandinavia, inglobandole in una vasta area di alta pressione. Ne conseguirà però la discesa di correnti fredde lungo il suo bordo destro, proprio dalla Scandinavia verso latitudini meridionali, fino alla Penisola Balcanica e al Mediterraneo centrale entro venerdì. Queste andranno ad alimentare una saccatura di bassa pressione che si posizionerà sull’Europa centrale, orientale ed anche su buona parte d’Italia. Ne conseguiranno sulle nostre regioni condizioni climatiche fredde per il periodo, con temperature decisamente inferiori alla norma e tempo che a tratti risulterà instabile, pur in un contesto di variabilità in cui non mancheranno schiarite anche ampie. Non ci troveremo quindi di fronte al passaggio di fronti veri e propri, ma ad instabilità latente che da condizioni di bel tempo potrà sfociare in annuvolamenti forieri di alcuni rovesci, soprattutto in prossimità delle zone montuose. Vista la natura fredda delle correnti in gioco i fenomeni potranno assumere ancora carattere nevoso a quote basse per la stagione. A ridosso del weekend invece si potrebbe assistere anche alla formazione di un fronte sul Mediterraneo, con possibile peggioramento su isole e Sud.

METEO MERCOLEDÌ 14 APRILE. Il fronte che fino a martedì avrà coinvolto buona parte delle regioni peninsulari si sposterà verso i Balcani, favorendo un inizio di giornata più soleggiato su molte zone. Farà eccezione una residua variabilità al Sud peninsulare, dove si avrà ancora qualche pioggia, specie in Puglia. L’instabilità crescerà in giornata a ridosso delle Alpi centro-occidentali e lungo i rilievi appenninici e sfocerà in qualche rovescio, comprese le zone interne della Liguria, con quota neve intorno a 1000m. In serata nubi in intensificazione anche al Nord, con ancora qualche fenomeno in prossimità di quelli centro-occidentali. Temperature diurne in aumento di qualche grado al Nord, ma ancora inferiori alla norma, in calo al Sud.

METEO GIOVEDÌ 15 APRILE. Un flusso di correnti orientali manterrà i cieli irregolarmente nuvolosi al Nord con più nubi sulla Val Padana centro-occidentale dove sarà presente qualche pioggia, specie a ridosso delle Alpi occidentali e con alcuni fiocchi di neve dai 900/1000m, mentre maggiori schiarite interverranno al Nordest. Giornata tutto sommato discreta al centro Italia, grazie a schiarite a tratti ampie, salvo maggiori addensamenti sulle interne abruzzesi anche con isolati fenomeni, nevosi dai 1200m. Al Sud le schiarite saranno intervallate da addensamenti in Appennino ma soprattutto dalla risalita di un fronte mediterraneo, pilotato dalla vasta saccatura fredda di bassa pressione sul Centro Europa, responsabile di un peggioramento in Sicilia con qualche pioggia che entro sera potrà raggiungere anche il su della Sardegna Temperature poco variate.

Evoluzione meteo Lazio

MERCOLEDI’: il vortice freddo del giorno precedente esaurisce la sua forza, favorendo una giornata più soleggiata su Toscana, Umbria e Lazio, pur con ancora qualche locale precipitazione possibile a ridosso dell’Appennino e isolate sul basso Lazio, tra tardo pomeriggio/prima sera. Temperature in ulteriore calo, specie nelle minime, con clima freddo per il periodo, soprattutto in Appennino dove potrà nevicare attorno i 1000m.

GIOVEDI’: Giornata stabile ed in prevalenza soleggiata, con cieli poco o al più parzialmente nuvolosi. Locale instabilità diurna lungo l’Appennino e isolata nelle aree interne del Lazio. Clima freddo al mattino. Venti settentrionali in prevalenza deboli, con locali rinforzi a moderato sui crinali. Mare da mosso a poco mosso.

Commento del previsore Lazio

Martedì giunge un vortice freddo che rinnoverà marcata instabilità con rovesci e temporali sparsi, localmente grandinigeni, accompagnati da un netto calo termico, tanto che potrà tornare la neve sull’Appennino sin sotto i 1000m, con fiocchi anche a 300-500m sui settori a confine con l’Emilia Romagna e sull’estremo comparto Umbro orientale a partire dai 400-600m in serata. Da mercoledì più sole, con qualche nota instabile su Appennino e basso Lazio, ma clima decisamente freddo per il periodo, specie al mattino quando le minime potranno scendere anche sotto i 2-3°C sulle zone interne, con locali gelate nei fondo valle ed Appennino.
Fonte: 3B Meteo

Più informazioni su