Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Alitalia, Raggi non riceve la giunta di Fiumicino, il Vicesindaco: “Vergogna!” foto

Di Genesio Pagliuca e i consiglieri Vona e Calcaterra: "Uno sgarbo istituzionale non ricevere in Campidoglio chi da anni si batte per il futuro di Alitalia"

“E’ assolutamente vergognoso che oggi la sindaca di Roma Virginia Raggi, dopo aver avuto la scortesia di non invitare l’Amministrazione comunale di Fiumicino, non si sia degnata neppure di riceverla, quando in aula capitolina si discuteva della questione Alitalia, sul cui futuro il sindaco Montino e tutta l’Amministrazione si batte da anni”. Così, in una nota, il vicesindaco di Fiumicino Ezio Di Genesio Pagliuca e la presidente del Consiglio comunale Alessandra Vona.

“Abbiamo lo stesso – proseguono – voluto essere presenti come giunta e con i capigruppo di maggioranza e di opposizione del Consiglio comunale di Fiumicino qui a Roma nei pressi del Campidoglio, a fianco dei lavoratori e delle lavoratrici Alitalia, per ribadire la nostra posizione in merito: siamo contrari ai tagli che il piano del Governo Draghi paventa per l’azienda, che vogliamo rimanga la nostra compagnia di bandiera, che avrebbero enormi e preoccupanti ricadute economiche e sociali sul nostro territorio. Noi saremo sempre in prima linea per difendere gli interessi delle migliaia di famiglie che vivono nel nostro comune preoccupate per il proprio futuro”.

“Insieme alla Presidente del Consiglio Vona e altri rappresentanti delle istituzioni, oggi ci siamo recati a Roma nei pressi del Campidoglio per manifestare a fianco dei lavoratori e delle lavoratrici Alitalia, mentre in aula capitolina si discuteva del tema”, aggiunge il capogruppo del Partito democratico in Consiglio comunale Stefano Calcaterra.

“Non solo non siamo stati invitati come Comune di Fiumicino, che da sempre si sta battendo in prima linea per il futuro della compagnia di bandiera e per i suoi lavoratori, a partecipare all’assise – sottolinea Calcaterra -, ma non siamo neppure stati ricevuti dalla sindaca Raggi. Il disinteresse dimostrato dalla prima cittadina di Roma, non solo alla questione in discussione ma anche al destino di molte famiglie del suo territorio di competenza, è senza precedenti. Ci auguriamo, a questo punto, che finisca presto il suo mandato”.

(Il Faro online)