Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Civitavecchia, consumano drink al banco: clienti e proprietario multati. Bar chiuso

I carabinieri hanno svolto anche un servizio di contrasto alla spaccio di stupefacenti: arrestate 5 persone

Civitavecchia – L’attività di prevenzione e repressione dei reati predisposta dai Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia ha portato, negli ultimi giorni, all’arresto di cinque persone, in tre distinte operazioni, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e la chiusura di un bar per la violazione della normativa anti Covid-19. Sequestrati anche oltre 50 grammi di cocaina e 100 grammi di hashish.

Nello specifico, i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Civitavecchia hanno arrestato due giovani di Civitavecchia, entrambi con precedenti specifici, che controllati a bordo di un’autovettura sono stati trovati in possesso di oltre 100 grammi di hashish e della somma di 200 euro, ritenuti provento dell’illecita attività di spaccio. Per i due sono scattate le manette e al termine degli accertamenti, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono stati ristretti presso le rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari.

Gli stessi Carabinieri hanno anche accertato che in un bar del posto alcuni avventori stavano consumando direttamente al banco, nonostante le restrizioni imposte dall’attuale normativa anti Covid-19. Sanzionati il titolare e gli avventori, i militari hanno poi chiuso l’attività per 5 giorni.

I Carabinieri della Stazione di Civitavecchia Principale hanno, invece, arrestato un 33enne romano per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari hanno sottoposto a controllo il giovane mentre si trovava alla guida di un furgone per trasporto di alimenti. A causa dell’eccessivo nervosismo dell’uomo, i militari hanno deciso di approfondire gli accertamenti e ad esito della perquisizione, è stato trovato in possesso di oltre 30 grammi di cocaina e della somma di mille e 400 euro, verosimile provento di spaccio. L’individuo aveva architettato un ingegnoso sistema di spaccio, muovendosi liberamente anche fuori comune, con il veicolo della ditta, facendo consegne “extra” che gli sono però costate le manette. È stato associato in carcere, in attesa delle disposizioni dell’Autorità Giudiziaria.

Arrestati, infine, altri due cittadini di Civitavecchia che, sottoposti a controllo mentre a erano a bordo di un veicolo che proveniva dalla capitale e percorreva l’Aurelia, sono stati trovati in possesso di 21 grammi di cocaina e la somma di mille e 500 euro.

Per i due sono scattate le manette e al termine degli accertamenti sono stati sottoposti ai domiciliari, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Tutta la droga e il denaro rinvenuti sono stati sottoposti a sequestro.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Civitavecchia
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Civitavecchia