Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Covid-19, al via al San Paolo di Civitavecchia la cura con gli anticorpi monoclonali

Il personale sanitario ospedaliero ha seguito un corso di formazione per la somministrazione e le fiale sono già pervenute

Civitavecchia – “Anticorpi monoclonali: sui pazienti positivi si è riscontrato che la somministrazione di tali anticorpi riduce significativamente il rischio di sviluppare una forma grave della malattia”.

Inizia così una nota della Asl Roma 4, con la quale si annuncia l’avvio delle terapie con anticorpi monoclonali: “L’erogazione avviene in regime ambulatoriale sui pazienti asintomatici o pauci-sintomatici su indicazione del Mmg. Il paziente non deve essere in regime di ricovero e non avere sintomi importanti, e rientrare in una categoria a rischio per le patologie riscontrate. La somministrazione viene fatta in ospedale e dura un’ora, più un’ora di osservazione. Successivamente il paziente può tornare a casa e verrà ricontrollato dopo 30 giorni.

Lunedì 19 aprile si partirà al San Paolo con la somministrazione degli anticorpi monoclonali sui pazienti facenti accesso al Pronto soccorso e ritenuti idonei alla somministrazione. Il personale sanitario ospedaliero ha seguito un corso di formazione per la somministrazione e le fiale sono già pervenute presso la farmacia ospedaliera. Successivamente si procederà alla somministrazione anche ai pazienti inviati dai Mmg in un posto dedicato.

Per i pazienti afferenti al territorio della Asl, ma lontani dall’ospedale di Civitavecchia, in particolare quelli residenti nel Distretto 4, si comunica che l’Ospedale Sant’Andrea ha dato la propria disponibilità alla presa in carico che fisserà l’appuntamento per la somministrazione degli anticorpi dopo una adeguata valutazione”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Civitavecchia
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Civitavecchia