Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Europa Verde Lazio: “I pennelli artificiali non risolveranno il problema di erosione della spiaggia di Ostia”

Il co-portavoce Bonessio: "Riteniamo fondamentale verificare la trasparenza dei procedimenti e l'efficacia del progetto"

Regione Lazio – “Pochi giorni fa, è stato aperto un cantiere al fine di realizzare due pennelli, di cui uno a forma di T, da intestare sulla barriera distaccata sommersa tra lo stabilimento Pinetina e lo stabilimento Gambrinus nel Lido di Ostia.

Come sottolineato da Ilaria Falconi, Tecnologo di ricerca III livello CREA presso il MIPAAF e Coordinatrice Comitato Scientifico Europa Verde Lazio, in una recente pubblicazione, il pennello non risolverà il problema erosivo della Spiaggia di Ostia. Anzi lo peggiorerà”. – Così in una nota Ferdinando Bonessio co-portavoce Verdi Europa Verde nel Lazio e Marco Cacciatore consigliere EV in Regione Lazio.

Secondo la relazione, gli effetti che i pennelli possono produrre sulla dinamica costiera locale dipendono dalle loro caratteristiche e dall’orientamento rispetto al moto delle onde. In questo caso non solo tali elementi rendono il progetto inefficace nel difendere la costa dall’erosione ma innescano anche processi di erosione nelle zone limitrofe.

Se si considera che i pennelli verrebbero realizzati in prossimità della spiaggia di Capocotta e della Riserva Naturale del Presidente della Repubblica – due aree di grande pregio a livello naturalistico – si può facilmente immaginare la dimensione dei danni che la realizzazione dell’opera produrrebbe all’ecosistema dunoso.

In fase di pianificazione e progettazione bisogna tener conto degli effetti che un’opera può generare sull’ambiente emerso e sommerso circostante. Altrimenti, è probabile che gli interventi siano dannosi.

A questo punto, riteniamo fondamentale verificare la trasparenza dei procedimenti e l’efficacia del progetto. Per questo, chiederemo che si proceda convocando una VIA (Valutazione di Impatto Ambientale), così da garantire concertazione sul territorio” – concludono i due esponenti ecologisti.
Il Faro online – Clicca qui per leggere le notizie della Regione Lazio