Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Naufraga la Superlega: il City è fuori, Chelsea e Atletico tentennano

Il Manchester City ufficializza il passo indietro con una nota, il Chelsea si appresta a fare la stessa cosa

Più informazioni su

Londra – Il Manchester City lascia la Superlega. Il Chelsea si appresta a fare lo stesso. E anche l’Atletico Madrid vacilla. La competizione creata domenica dai 12 club fondatori rischia di sfaldarsi, mentre sarebbe in corso un vertice d’emergenza. Il City, intanto, ha deciso e ha ufficializzato il passo indietro con una nota: “Il Manchester City Football Club può confermare che ha formalmente avviato le procedure per uscire dal gruppo per lo sviluppo dei piano per una Superlega europea”.

“Sono lieto di dare il bentornato al City nella famiglia del calcio europeo. Hanno mostrato grande intelligenza nell’ascoltare le tante voci – in particolare quella dei loro tifosi – che hanno evidenziato i benefici vitali che l’attuale sistema ha per tutto il calcio europeo”, le parole del presidente dell’Uefa, Aleksander Ceferin. “Ci vuole coraggio per ammettere un errore, ma non ho mai dubitato che avessero la capacità e il buon senso di prendere quella decisione”, ha aggiunto.

Il Chelsea, secondo la Bbc, sta preparando la documentazione per uscire di scena. A mettere in discussione il progetto, però, sarebbero tutti i club inglesi presenti tra i fondatori: non si esclude la retromarcia di Arsenal, Manchester United, Liverpool e Tottenham. Intanto Ed Woodward, ceo del Manchester United, annuncia che lascerà l’incarico alla fine del 2021: non si tratta, quindi, di una decisione legata alla Superlega.

In Spagna, invece, vacilla la posizione dell’Atletico Madrid, che sta valutando l’ipotesi di un passo indietro. In un clima di grande incertezza, il quotidiano spagnolo Marca rende noto che i club si riuniranno stasera per un vertice d’emergenza.

E per quanto riguarda il Barcellona, secondo quanto riporta Tv3, i soci dell’Fc Barcelona potrebbero impedire al club di entrare come fondatore della competizione alla prossima Assemblea dei delegati. Il presidente Joan Laporta, avrebbe aggiunto questa clausola nella firma del documento istitutivo del torneo in modo che i catalani abbiano l’ultima parola.

Florentino Perez, presidente del Real Madrid e della Superlega, in un’intervista a L’Equipe ostenta sicurezza: “La situazione” del calcio “è così grave che tutti sono d’accordo per portare al traguardo questo progetto e cercare una soluzione”. (fonte Adnkronos)

Più informazioni su