Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Malagò: “La Superlega un segnale d’allarme per le dovute riforme”

Il Presidente del Coni interviene sui temi caldi di queste ore. “Le Olimpiadi? Giochi della ripartenza. Bisogna andare oltre l’ostacolo”

Più informazioni su

Roma – E’ iniziata l’avventura di Euro 2020 a Roma. Slittata di un anno a causa del Covid, la competizione prenderà il via dallo Stadio Olimpico l’11 giugno. E’ in tour in queste ore la Coppa Europa nella Capitale.

A dare il benvenuto al trofeo che sarà alzato al cielo dalla squadra che conquisterà l’evento sportivo calcistico più importante in era coronavirus, c’era anche il Presidente del Coni. Malagò ha espresso il suo pensiero sulla vicenda ‘Superlega’: “Chi esce dalle istituzioni sportive, è fuori dalle regole del gioco”.

Intervistato in seguito dal TG5 ha sottolineato: “Assolutamente sbagliata nei tempi e nella sostanza – spiega riferendosi alla stessa Superlega – deve essere comunque  campanello d’allarme per le nuove riforme di cui il calcio necessita – sottolinea ancora Malagò – quello che io da sempre ho previsto”.

In procinto di affrontare la sua terza tornata elettorale, per l’ultimo eventuale mandato presidenziale al Coni, aggiunge: “Se sarò eletto difenderò il Coni e la sua autonomia”. Il 75% dei giapponesi è contrario ai Giochi in una nazione asiatica che lotta in queste ore con il livello alto  dei contagi. Ci saranno le Olimpiadi? “Saranno i Giochi della ripartenza – ha detto il Presidente del Coni – lo abbiamo visto nel calcio, come nella pallacanestro e nella Formula Uno. Si può evidentemente per forza di cose, andare avanti con una piccola percentuale di spettatori”. Malagò non usa mezza termini e conclude al TG5: “Bisogna buttare il cuore oltre l’ostacolo”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport

 

Più informazioni su