Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Davide Re torna in pista: nei 400 metri batte i fratelli Borlée

Il primatista italiano del giro di pista fa 45,76 sul traguardo. Pronto per il Mondiale di staffette: “Farò del mio meglio”

Più informazioni su

Non gareggiava da otto mesi. E il test d’esordio è decisamente superato per Davide Re, vincitore nel giro di pista di Rieti dei 400 metri con 45.76, con due “vittime” illustri come Kevin Borlée (46.15) e Dylan Borlée (46.57), i fratelli belgi che hanno scelto lo stadio Guidobaldi per il debutto.

“Sono contento di essere tornato – le parole di Re – La mia ultima gara, a Stoccolma, quella dell’infortunio al tendine d’Achille, me la portavo ancora un po’ dietro emotivamente e oggi era importante rompere il ghiaccio. Penso che avrei potuto correre un paio di decimi più forte, quello sì. Ma sono felice di questo tempo e sarà veramente importante per le World Relays della prossima settimana in Polonia”.

Il primatista italiano dei 400 metri approfondisce l’analisi: “Mi è piaciuta soprattutto la parte finale – spiega – Ho cercato di sfruttare al meglio il vento nel primo rettilineo, facendomi ‘portare’ il più possibile. Perché sapevo che sul rettilineo finale, con tutto quel vento contrario, sarebbe stata veramente dura da affrontare in condizioni di forte stanchezza. E invece sul finale ne avevo ancora, ero in spinta. Aver debuttato contro i Borlée ha dato quel pizzico in più di emozione che mi ha fatto entrare subito nell’ottica della gara che conta. Senza di loro avrei fatto un esordio molto più soft, magari più facile da gestire, ma non altrettanto utile in vista della stagione”.

Giovedì prossimo si decolla per i Mondiali di staffette di Chorzow (1-2 maggio) che mettono in palio le Olimpiadi: “In Polonia farò del mio meglio, ovunque io sia schierato, nella mista o nella gara maschile. Edo Scotti ha dimostrato di stare bene, Vladimir Aceti non ha potuto correre ma in raduno è andato veramente forte, Alessandro Sibilio ha fatto un ottimo exploit. Possiamo far bene”. (fidal.it)

(foto@Grillotti/Fidal)

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport

Più informazioni su