Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Covid-19, in arrivo voli dall’India a Fiumicino, D’Amato: “Fare i tamponi non basta”

L'assessore alla Sanità: "E' necessario che vengano fatte delle quarantene controllate, possibilmente in aree quali le caserme. Il Servizio sanitario regionale non può farsi carico di gestire migliaia di arrivi"

Fiumicino – “In questa fase è importante bloccare gli arrivi dall’India, sono previsti oggi due arrivi all’Aeroporto di Fiumicino e altri nei prossimi giorni. Le nostre squadre Uscar sono già allertate e pronte ad eseguire i tamponi a tappeto presso lo scalo come avvenne con i voli provenienti dal Bangladesh, ma solo i tamponi non sono sufficienti“.

Lo dichiara l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, che aggiunge: “E’ necessario che vengano fatte delle quarantene controllate, possibilmente in aree quali le caserme. Il Servizio sanitario regionale non può farsi carico di gestire migliaia di arrivi. Daremo, come sempre, tutta la nostra collaborazione alla Protezione civile nazionale e alle autorità di pubblica sicurezza, ma il tema va risolto a monte sospendendo, in questa fase, gli arrivi dall’India. Siamo fortemente impegnati in una vasta indagine epidemiologica nel sud Pontino volta a tracciare almeno 300 casi giunti dall’India negli ultimi giorni“.

Parole a cui fa eco anche il governatore Zingaretti: “Dal punto di vista sanitario abbiamo attivato la struttura per i necessari controlli sui voli in arrivo dall’India all’aeroporto di Fiumicino. Solo oggi centinaia di passeggeri. Ma è indispensabile attivare forme di quarantena controllata per gli arrivi e bloccare i voli dall’India sollecitando anche iniziative che coordinino a livello europeo gli arrivi”.

Montino: “Il Ministero controlli le triangolazioni dei voli”

“Apprendiamo che in queste ore sono in arrivo all’aeroporto di Fiumicino due aerei provenienti dall’India, dove la situazione della pandemia è drammatica. Ci chiediamo come sia possibile, dato che il ministro Speranza aveva, tempestivamente, bloccato i voli già tre giorni fa“. Lo dichiara il sindaco Esterino Montino.

“La Regione, con le Uscar e lo Spallanzani ha già allestito l’accoglienza dei passeggeri allo scalo dove tutti saranno sottoposti a tampone – spiega il sindaco -. Come quando si verificò la stessa criticità con i voli provenienti dal Bangladesh, la macchina organizzativa è partita immediatamente. Ma ha ragione l’assessore D’Amato: va organizzata la quarantena in luoghi controllati e controllabili dove sia possibile garantire misure di sicurezza per chi arriva sugli aerei e per le altre persone”.

“Ma esattamente come durante il lockdown dello scorso mese – sottolinea Montino -, il problema rischia di essere la triangolazione, ovvero coloro che, per aggirare il blocco dei voli dall’India, passa da altri Paesi prima di giungere in Italia”.

Chiedo dunque al ministro degli Esteri Di Maio di attivarsi immediatamente per evitare questo rischio – conclude il sindaco – e per tenere sotto controllo la situazione nei nostri aeroporti e, di conseguenza, nelle nostre città”.

Terrevoli: “Montino metta in sicurezza la città”

Variante indiana? Il Sindaco metta in sicurezza la Città“. E’ quanto afferma il presidente dell’Associazione Progetto Tricolore, Cristian Terrevoli. “Da quanto si apprende dalla stampa, il presidente della Regione Lazio Zingaretti rifedisce che centinaia di passeggeri provenienti dall’India siano per sbarcare presso l’Aeroporto Leonardo Da Vinci. Sono attesi due voli da Fiumicino nelle prossime ore”.

“In serata un primo aereo da Nuova Delhi con a bordo oltre duecento passeggeri, un secondo previsto domattina. Una situazione che sta creando molto allarme vista la virulenza della variante che sta mettendo in ginocchio il Paese asiatico. La Regione Lazio è scesa in campo per chiedere ufficialmente il blocco degli arrivi. La speranza dei cittadini di Fiumicino è che anche il Sindaco scenda in campo mettendo in atto una task force di controllo affinché la città di Fiumicino sia messa in sicurezza”, prosegue.

“Crediamo sia necessario che l’amministrazione comunale vigili attentamente tracciando ogni ingresso proveniente dai paesi interessati dal fenomeno perché non ci si può permettere che un territorio già fortemente vessato dalla crisi dei maggiori settori produttivi possa affrontare un ulteriore minaccia addirittura più pericolosa delle precedenti”, conclude Terrevoli.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Aeroporto
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Fiumicino