Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Ghana e Sudafrica fuori: secondo posto amaro per la 4×100 maschile ai Mondiali

Pasticcio di cambi, come a Yokohama. L’Italia arriva quarta e poi i giudici la scalano di due posizioni

Chorzow – Un contatto maldestro nella fase di cambio tra Marcell Jacobs e Davide Manenti (con quest’ultimo che rischia di cadere), e il successivo cambio con frenata di Filippo Tortu (costretto quindi a ripartire praticamente da fermo) privano l’Italia di un piazzamento in linea con le attese della vigilia.

Il crono finale (39.21), alle World Relays, risente del doppio problema, anche se poi, le squalifiche di Brasile e Ghana rimettono gli azzurri al secondo posto, alle spalle del Sudafrica, che taglia per primo il traguardo in un 38.71 decisamente alla portata delle frecce tricolori.

Il freddo condiziona la corsa, ma Eseosa Desalu e Marcell Jacobs cambiano come da copione; il campione europeo, probabilmente aiutato da un filo d’aria alle spalle, corre in un clamoroso 8.91. Non c’è tempo di gioire: succede qualcosa nel cambio, gli azzurri si toccano, Manenti rischia di cadere, si riprende ma deve inseguire. Il cambio con Tortu, inevitabilmente, ne risente: il milanese si ferma per non uscire dalla zona di cambio, e poi riparte, costretto a gettarsi al’inseguimento. Il quarto posto diventa secondo per le squalifiche del Sudafrica (che aveva concluso in testa) e del Ghana (terzo). Podio completato (dopo le squalifiche) dal Giappone, terzo in 39.42. (fidal.it)

(foto@Colombo/Fidal)

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport