Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Attentati incendiari a Fondi, il caso arriva sulla scrivania della ministra Lamorgese

L'Onorevole Raffaele Trano chiede aiuto alla ministra dell'Interno

Fondi – “Tra auto date alle fiamme ed esplosioni di ordigni artigianali, quanto sta accadendo da due mesi a questa parte a Fondi è inquietante“.

Su un fenomeno che sta tenendo i cittadini e le istituzioni con il fiato sospeso interviene Raffaele Trano (L’Alternativa C’è), membro della Commissione bilancio alla Camera.

“Ritengo che – prosegue Trano – il rischio che la situazione possa degenerare sia concreto. Fondi è da anni al centro di inchieste antimafia e interdittive promosse dal precedente prefetto Maria Rosa Trio, che si è spesa molto per il contrasto alla criminalità organizzata, è più volte stata indicata come snodo del narcotraffico in Italia e, stando a quanto emerso sinora dalle cronache, anche tali episodi sembra siano collegati a una guerra in corso nel mercato della droga.

Ho presentato dunque un’interrogazione alla ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, chiedendole di intervenire per riportare ordine a Fondi e restituire serenità ai cittadini.

Ho con l’occasione chiesto anche alla Ministra informazioni sul contrasto alle organizzazioni criminali che fanno ricchi affari nella città del sud pontino con il traffico di droga, impegno per garantire legalità all’interno del Mercato ortofrutticolo e, in considerazione anche dei 19 arresti nella recente operazione ‘Anni 2000’ nel sud pontino, di rafforzare i presidi delle forze dell’ordine nella zona, creando un reparto permanente della squadra mobile della Polizia di Stato a Formia, a servizio dell’intero comprensorio”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fondi
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Fondi