Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Ostia, decine di baracche nell’area protetta: sgomberato insediamento abusivo foto

Una operazione della Polizia locale, X Gruppo Mare, e degli uomini del Dipartimento Tutela Ambientale di Roma Capitale

Ostia – La Polizia locale, X Gruppo Mare, guidata dal Dirigente Guido Calzia, insieme agli uomini del Dipartimento Tutela Ambientale di Roma Capitale sono al lavoro da stamattina, 10 maggio 2021, per liberare via dell’Idroscalo e via dell’Idrovolante, nella zona situata a Ponente nella Riserva del litorale di Ostia, dagli insediamenti abusivi presenti in zona. Sono 22 le baracche allestite nell’area sottoposta a vincolo paesaggistico che il personale della Municipale sta procedendo a rimuovere.

Un’operazione al termine del quale si procederà alla bonifica dell’area per eliminare l’ingente quantità di rifiuti presenti. Un intervento che andrà avanti per alcuni giorni al fine di restituire decoro all’area protetta. Tutto questo mentre sono in corso accertamenti su quattro persone trovate sul posto al momento dell’intervento, tutti di nazionalità rumena.

Ieva: “Avviate le operazioni di decoro”

“L’area demaniale, compresa tra Via dell’Idroscalo e Via degli Atlantici, oggetto in questi giorni di interventi di sgombero e abbattimento degli insediamenti abusivi finalizzati alla bonifica degli enormi quantitativi di rifiuti e al ripristino del decoro, ricade nella Riserva Statale del Litorale Romano. In un primo momento l’area era stata posta sotto sequestro preventivo dai Carabinieri Forestale e ordinato il sequestro di convalida dal GIP del Tribunale di Roma nel febbraio 2019 per abbandono di rifiuti urbani e pericolosi e per la presenza di 25 baracche”, fa sapere il Vicepresidente con deleghe all’ambiente, territorio, sicurezza e patrimonio del Municipio Roma X Alessandro Ieva.

“Dopo il dissequestro, il Dipartimento Tutela Ambientale di Roma Capitale, con il supporto della Polizia Locale, aveva provveduto a sgomberare gli insediamenti e demolire le baracche. La rimozione dei rifiuti era stata richiesta al Demanio dello Stato in quanto proprietario del terreno, ma inadempiente – prosegue Ieva -. Seguiamo con attenzione la vicenda fin dal nostro insediamento cercando di essere parte attiva e muovendo passi sia verso il Dipartimento Tutela Ambientale di Roma Capitale che il Demanio dello Stato”.

“Non potendo intervenire direttamente con la bonifica dell’area attraverso la convenzione extra Ta.Ri con Ama per ragioni di competenze, abbiamo comunque rimosso a spese del X Municipio diverse tonnellate di rifiuti abbandonati dagli ‘zozzoni’ bordo strada in Via degli Atlantici e Via dell’Idroscalo. Il tempo trascorso senza che il Demanio dello Stato provvedesse a quanto di sua competenza, ha portato alla realizzazione di nuovi insediamenti abusivi e quindi nuovi rifiuti”, aggiunge.

“Siamo tornati a sollecitare l’intervento del Demanio nei primi giorni di maggio anche in previsione della riapertura del sito Tor San Michele da parte del Ministero della Cultura, Soprintendenza Speciale Archeologia e Belle Arti e Paesaggio di Roma – conclude Ieva -. Le operazioni in corso di sgombero degli occupanti e l’abbattimento di 22 baracche, a cura del Dipartimento Tutela Ambientale di Roma Capitale, sotto la supervisione della Polizia Locale X Gruppo Mare, si completeranno nei prossimi giorni con la rimozione degli enormi quantitativi di rifiuti e gli interventi di sfalcio restituendo decoro e sicurezza a quest’area di importante valenza ambientale”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ostia X Municipio
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Ostia X Municipio