Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Dalla Regione 600mila euro per la messa in sicurezza del torrente Pontone

Mitrano: "Ora possiamo intervenire per mettere in sicurezza un'area dove insistono diverse abitazioni già colpite dalla furia del torrente"

Ben 600mila euro per le opere di manutenzione straordinaria dell’alveo del Torrente Pontone con interventi di dragaggio, pulizia alveo e messa in sicurezza delle sponde. Stanziati fondi regionali quali primi interventi urgenti di protezione civile a seguito degli eccezionali eventi meteorologici che si sono registrati su tutto il territorio laziale.

“Viene accolta – commenta il Sindaco Cosmo Mitrano – la richiesta di manutenzione straordinaria dell’alveo del Torrente Pontone presentata dal Comune di Gaeta insieme ai Comuni di Itri e Formia a seguito dei recenti eventi meteorologici avversi che hanno generato violente alluvioni ed esondazioni causando danni e disagi ai residenti del posto. Ho sempre sostenuto e creduto nell’unione comprensoriale per affrontare insieme e risolvere problematiche condivise come è stato fatto anche in questa circostanza. Un’istanza che è partita dal territorio, a seguito dell’incontro di dicembre scorso a Latina con il Prefetto Maurizio Falco che ringraziamo per aver svolto un ruolo di coordinatore verso Enti sovracomunali come interlocutore concreto e fattivo per l’ottenimento dei finanziamenti dimostrando, ancora una volta, attenzione e vicinanza, non solo istituzionale, al nostro territorio”.

“La realizzazione degli interventi previsti – prosegue il primo cittadino – ci consente di attenuare quelle situazioni di pericolo e criticità che ciclicamente si presentano nel tratto del Torrente Pontone interessato, negli ultimi anni, da violente alluvioni ed esondazioni. La disponibilità delle risorse economiche stanziate, ci consente di intervenire per mettere in sicurezza un’area dove insistono diverse abitazioni già colpite dalla furia del torrente a seguito di fenomeni temporaleschi, purtroppo, sempre più frequenti anche nel nostro territorio”.

“Siamo consapevoli che occorreranno ulteriori interventi per arginare le esondazioni ma, anche in questa circostanza, ribadisco con forza, che proseguirà il nostro impegno nel reperire quelle risorse necessarie per completare la messa in sicurezza del Torrente Pontone nei tratti maggiormente a rischio per l’incolumità delle persone e delle loro abitazioni. E’ una lotta contro il tempo – conclude Mitrano – ci sono stati degli incidenti di percorso, ma questo non ci ha né fermati né tantomeno ha scalfito la nostra volontà di intervenire per il bene di tutte quelle famiglie che, alle prime piogge torrenziali, non possono continuare a vivere nella preoccupazione e terrore. La tutela del nostro territorio passa attraverso la prevenzione e la riqualificazione dello stesso”.

(Il Faro online)