Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Massacro del Circeo, a Roma un parco dedicato a Donatella Colasanti

Raggi: "Abbiamo voluto ricordare Donatella Colasanti non solo come vittima di violenza ma come donna attiva e combattente"

Roma – Roma ricorda Donatella Colasanti, unica sopravvissuta al delitto del Circeo (leggi qui) e scomparsa nel 2005. Questa mattina la Sindaca di Roma Virginia Raggi ha inaugurato il parco cittadino compreso tra Viale Giustiniano Imperatore e Via della Villa di Lucina, in memoria di “Donatella Colasanti, Combattente per la giustizia”.

Presenti all’iniziativa il fratello Roberto Colasanti, l’Assessora alla Crescita culturale Lorenza Fruci, l’Assessora alla Persona, alla Scuola e Comunità solidale Veronica Mammì, l’Assessora al Patrimonio e Politiche abitative Valentina Vivarelli, l’Assessora alle Politiche del verde Laura Fiorini, il Presidente del Municipio VIII Amedeo Ciaccheri.

“Abbiamo voluto ricordare Donatella Colasanti non solo come vittima di violenza ma come donna attiva e ‘combattente’ come recita la targa a lei dedicata. Si è battuta tutta la vita affinché fosse fatta giustizia sui tragici fatti che l’hanno coinvolta” dichiara la Sindaca di Roma Virginia Raggi.

Mattia (Pd):”Un momento importante che riconosce la storia delle donne”

“L’inaugurazione di oggi rappresenta un momento importante di costruzione e valorizzazione della storia delle donne. Donatella Colasanti è stata un simbolo della resistenza alla violenza maschile, alla brutalità del gruppo. Simbolo della forza delle donne di aggrapparsi e scegliere la vita”. Così in una nota Eleonora Mattia, Presidente IX Commissione Consiglio regionale del Lazio a margine dell’intitolazione del parco cittadino compreso tra Viale Giustiniano Imperatore e Via della Villa di Lucina, in memoria di `Donatella Colasanti, Combattente per la giustizia`.

“In Regione Lazio – prosegue Mattia – già due anni fa abbiamo avviato un percorso per rifinanziare il Premio dedicato agli studenti e alle studentesse delle scuole superiori e intitolata alla memoria di Donatella e Rosaria Lopez.

Nei prossimi mesi premieremo le prime classi di ragazze e ragazzi che durante questo anno, nonostante le difficoltà dovute alla pandemia, si sono messe alla prova con elaborati, progetti audiovisivi, digitali e artistici che partendo dalla storia di Donatella e Rosaria danno un contributo a decostruire stereotipi e sensibilizzare contro la violenza di genere.

Stiamo lavorando alla trasformazione della casa di Donatella a Sezze in un centro antiviolenza inserito nella rete regionale, anche grazie alla collaborazione con Roberto Colasanti, il fratello, cui va tutta la mia stima e vicinanza”.

C’è un filo rosso che lega i fatti del Circeo con la cronaca odierna ed è la messa sotto accusa delle donne: doppiamente vittime della violenza e della società. Un parco, come un premio, dedicati alla memoria di una donna forte e resistente come Donatella sono segnali importanti di una città e di una Regione che riconoscono il valore dei luoghi e della storia delle donne e che sono in prima linea nella battaglia, prima di tutto culturale, contro la violenza”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Roma Città Metropolitana
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram sulle notizie dall’Italia e dal mondo