Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Ostia Antica, la protesta degli ex lavoratori del Parco archeologico: “Per noi nessuna tutela” fotogallery

Mentre all'interno del Parco archeologico si svolgeva la cerimonia per lo svelamento della targa del Marchio del Patrimonio Europeo, fuori gli ex dipendenti protestavano contro il loro licenziamento

Ostia – Quella di oggi, venerdì 14 maggio, non è stata solo una giornata di festa per il Parco archeologico di Ostia Antica, che ha ottenuto il Marchio del Patrimonio Europeo e la cui targa è stata svelata proprio questa mattina (leggi qui).

protesta lavoratori parco archeologico ostia antica

Ad accogliere la senatrice Lucia Borgonzoni, sottosegretaria di Stato alla Cultura, e il professor Massimo Osanna, direttore generale dei Musei del Ministero dei Beni Culturali, illustri ospiti della cerimonia tenutasi nel cuore dell’area archeologica, c’erano infatti gli ex dipendenti del Parco: dodici uomini e donne che da anni lavoravano per la ditta Gelmar Novamusa Lazio – a cui erano affidati i servizi aggiuntivi del Parco – e che sono stati licenziati il 9 marzo scorso, alla scadenza della concessione (leggi qui).

I lavoratori hanno manifestato fuori l’ingresso del Parco archeologico con striscioni, bandiere e magliette.

Stiamo procedendo con l’accesso agli atti di gara“, ha spiegato Rosalba Carai, funzionaria del sindacato Uclas, a ilfaroonline.it. “Vogliamo comprendere in che modo abbiano appaltato e perché non sia stato riconosciuto ai lavoratori il diritto alla conservazione del posto di lavoro”.

La Lega: “Ringraziamo Borgonzoni per aver preso a cuore la tutela dei lavoratori”

Ringraziamo il sottosegretario dei Beni Culturali, Lucia Borgonzoni, per aver preso a cuore la tutela dei lavoratori del Parco archeologico di Ostia Antica che, ancora oggi in piena crisi economica per la pandemia, sono in attesa di conoscere il loro futuro”, si legge in una nota diffusa da William De Vecchis, senatore, Monica Picca e Fabrizio Santori, dirigenti romani della Lega Salvini Premier.

“Si tratta di dodici lavoratori, con annesse famiglie, della ex società che gestiva il servizio biglietteria, book shop e bar servizi presso il Parco archeologico, che questa mattina hanno incontrato il sottosegretario Borgonzoni a Ostia chiedendo aiuto e chiarezza sul loro futuro. Mentre in questi mesi altri ministeri hanno risolto la questione prorogando i contratti in emergenza per garantire i servizi e le tutele lavorative, al Parco archeologico di Ostia Antica si sta consumando una vera e propria ingiustizia“.

“La Lega è al fianco di questi lavoratori per cercare di spingere il Ministero a trovare una soluzione idonea anche in virtù del nuovo appalto provvisorio del Parco archeologico che prevede, seppur in forma timida, una clausola sociale di tutela dei lavoratori”, concludono i leghisti.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ostia X Municipio
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Ostia X Municipio