Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Roma-Lazio, Fonseca: “Avevamo un debito con i tifosi. Sono felice per loro”

Il tecnico giallorosso: "Darboe? La Roma ha in casa un giocatore per il suo futuro”.

Roma –  “Avevamo un debito con i tifosi. Sono felice per loro, che sono sempre stati con la squadra”. Paulo Fonseca commenta così lo splendido successo nel Derby di ritorno (leggi qui). Ecco cosa ha detto l’allenatore della Roma nel dopo partita.

Ci racconta le sue emozioni?

“Sono soddisfatto, ovviamente. Perché abbiamo vinto il Derby e avevamo un debito con i tifosi. Sono felice per loro, che sono sempre stati con la squadra”.

La squadra è rimasta sempre corta, non concedendo spazi alla Lazio. Era questo il piano?

“Sì, abbiamo preparato bene la partita nel poco tempo che abbiamo avuto. I ragazzi sono stati concentrati, non hanno lasciato fare alla Lazio la partita che voleva. Offensivamente, specie nel secondo tempo siamo sempre stati pericolosi”.

Perché è passato dalla difesa a 3 a quella a 4? Cosa non funzionava prima?

“Devo essere sincero, ho cambiato dopo la prima semifinale con il Manchester: al ritorno dovevo rischiare di più. Dopo, la squadra ha giocato bene e a quel punto non c’era motivo per cambiare di nuovo. Penso che siamo migliorati soprattutto con l’ingresso in squadra di Darboe: ha modificato molto le nostre intenzioni. È un giovane coraggioso, che gioca sempre avanti, che si procura spazi in verticale. È stato molto importante vedere la crescita della squadra con Darboe. Naturalmente, anche gli altri calciatori hanno fatto meglio con questo sistema”.

Ha il rammarico per non avere giocato così altre partite come questa?

“La verità è che con un uomo in più a metà campo la squadra si sente più sicura. E questa posizione di Darboe è importante per l’equilibrio difensivo. Poi, oggi la squadra è stata molto corta e concentrata, non abbiamo praticamente mai sbagliato. Sarebbe stato importante esserlo sempre, ma oggi non dobbiamo pensare al passato. Siamo in questa posizione ma abbiamo vinto una partita importante per il Club e per i nostri tifosi”.

Che idea si è fatto della dimensione di Darboe?

“Stiamo vedendo quello che può fare. Non è facile trovare un ragazzo di questa età con questo coraggio, con questa aggressività, con questa serenità. La Roma ha in casa un giocatore per il suo futuro”.

Vi siete sentiti con Mourinho?

“José sa che sono qui per aiutarlo, per aiutare la Roma. Se ha bisogno di consigli, sono qui”.

Qual è il suo futuro?

“Non so niente. Mi piace il calcio italiano, ma non so cosa potrà succedere”.

Qual è la cosa più difficile che ha riscontrato nel calcio italiano?

“Le squadre che marcano a uomo. È veramente difficile affrontare le squadre che marcano uomo a uomo, perché questo ti obbliga a cambiare le nostre intenzioni ogni volta e non è facile”. (fonte As Roma official website)