Seguici su

Cerca nel sito

Giornata mondiale delle api 2021: come nasce e perché si celebra il 20 maggio

Origini e curiosità della Giornata dedicata agli insetti più importanti del nostro escosistema

Animali – Il 20 maggio 2021 si celebra la quarta Giornata mondiale delle api per sensibilizzare sulla minaccia che incombe su questi piccoli insetti, essenziali per il nostro ecosistema, ma in pericolo. Non solo, infatti, le api producono miele, ma sono anche fondamentali per l’impollinazione di moltissime specie. Si definiscono insetti pronubi e per colture come il mandorlo, lo zucchino e il peperone svolgono un ruolo fondamentale rendendo possibile l’impollinazione e la formazione dei frutti.

Le api sono costantemente minacciate dagli effetti combinati dei cambiamenti climatici, dell’agricoltura intensiva, dei pesticidi, della perdita di biodiversità e dell’inquinamento, e la cui riduzione costituisce motivo di preoccupazione per la sicurezza alimentare delle future alimentazione.

E’, quindi soprattutto l’uomo la minaccia più grande per le api: la loro sopravvivenza è a rischio a causa dall’antropizzazione del loro habitat. All’interno dell’Unione europea si é discusso moltissimo sui neonicotinoidi, sostanze utilizzate per la concia delle sementi che secondo alcuni studi sarebbero una delle cause della moria di api che sta colpendo l’occidente.

La Giornata nasce con l’obiettivo di suscitare la curiosità e l’interesse, stimolare la conoscenza e la divulgazione della  vita delle api e di tutti i benefici che esse elargiscono agli uomini.

Le origini

L’Assemblea generale della Nazioni Unite ha deciso che dal 2018 il 20 maggio sarà la Giornata mondiale delle api. Gli Stati che fanno parte dell’Assemblea hanno, infatti, accolto una proposta della Slovenia che ha voluto ricordare a tutti l’importantissimo ruolo svolto da questi insetti. La risoluzione è stata co-sponsorizzata da 115 Stati membri delle Nazioni Unite, tra cui Stati Uniti, Russia, Canada, Cina, India, Brasile, Argentina, Australia e Unione europea.

L’evento

La quarta ricorrenza della Giornata mondiale delle api viene celebrata anche quest’anno, a causa della pandemia di Covid-19 ancora in corso, con un evento virtuale organizzato dalla FAO sul tema “Bee committed. Build Back Better for Bees”, mutuando lo slogan della Strategia ONU “Ricostruire meglio”(BBB) per il ripristino delle infrastrutture e dei sistemi sociali al fine di ridurre i rischi di futuri disastri, ripreso poi dal Presidente USA Joe Biden per il Piano per il rilancio del Paese dopo la pandemia.

“È giunto il momento di ripensare a come ci relazioniamo alla natura e agli impollinatori – si legge sul sito della FAO dedicato all’evento – e quali azioni possiamo intraprendere per sostenere questi minuscoli lavoratori e i milioni di mezzi di sussistenza che, a loro volta, essi sostengono”.
(Il Faro online)