Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Nuova pista ciclabile a Passoscuro: cittadini sul piede di guerra

Baccini: "Ci sembra davvero che la protesta stia montando con rabbia e solo perché l'Amministrazione non vuole dialogare con la gente"

Fiumicino – Ieri sera i consiglieri di centrodestra hanno partecipato all’assemblea spontanea dei cittadini di Passoscuro in protesta contro l’amministrazione per l’ordinanza sulla viabilità e la nuova pista ciclabile.

“Abbiamo ascoltato la gente – spiega Mario Baccini, capogruppo del centrodestra che già sabato scorso era stato invitato dai residenti per un sostegno alla protesta (leggi qui)- e ieri sera abbiamo sentito parole dure contro questa amministrazione che, dopo le prime proteste e la mozione presentata da me in Consiglio, è venuta a fare passerella promettendo interesse e proseguendo, invece, con un piano scellerato. I cittadini sono determinati a farsi ascoltare questa volta e stanno programmando una protesta sotto la sede del comune contro il sindaco Montino”.

Abbiamo sentito parole pesantissime contro Montino, Caroccia e Di Genesio Pagliuca. Ci sembra davvero che la protesta stia montando con rabbia e solo perché l’Amministrazione non vuole dialogare con la gente e trovare una soluzione per i cittadini che sia utile al territorio e non solo a qualcuno che immagina progetti irrealizzabili”, aggiunge Baccini.

Qui non si tratta più di politica si parla di un’azione contro i cittadini di un’Amministrazione che mina la qualità della vita dei residenti. Lo scontro tra cittadini e le istituzioni non è accettabile in democrazia. Siamo alla degenerazione dove si rasenta lo scontro sociale. La modifica alla viabilità e soprattutto la ciclabile sono una idea ridicola: un’opera di serie C che costerà parecchi soldi; toglierà parcheggi, minerà la corretta viabilità, non tenendo conto, poi, della sicurezza dei residenti e anche dei ciclisti”, aggiunge in una nota Massimiliano Catini, originario di Passoscuro e leader Di Azione Fiumicino.

In alcuni tratti è impraticabile e non garantisce la nemmeno un giro di ruota della bici per gli stop! Forse in questi tratti avevano pensato di installare delle cyclette, per di più questa genialità è stata già realizzata nella parte più larga e praticabile delle carreggiate scelte, immaginiamo quando la faranno nelle viuzze che hanno individuato dove già è difficile il passaggio a senso unico di un’automobile: semplicemente una costosissima follia di cui faranno le spese, ancora una volta, i cittadini”, prosegue Catini.

Noi come passoscuresi siamo stufi di essere presi in giro dal Sindaco e dall’Amministrazione. Siamo pronti a far valere i nostri diritti e per questo faremo anche le barricate se serve per garantire una qualità della vita dignitosa e la sicurezza dei nostri abitanti, cosa che l’Amministrazione ha deciso di non fare, facendo passerella e false promesse, credendo che i cittadini di Passoscuro siano un gregge da rabbonire con parole lascive. Noi siamo cittadini e per questo non ci lasceremo incantare. Pretendiamo il rispetto dei nostri diritti”, conclude.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fiumicino
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Fiumicino