Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Santa Marinella soffocata dai rifiuti: scattano controlli e multe per gli incivili

E' il vicesindaco Andrea Bianchi a evidenziare lo stato di degrado

Santa Marinella – “Da domani (oggi ndr) controlli serrati e multe salate per tutti quei condomini di Santa Marinella che seguitano, imperterriti a non rispettare le regole e il calendario per la raccolta differenziata dei rifiuti urbani”.

Il vicesindaco di Santa Marinella, Andrea Bianchi, annuncia un servizio di controllo capillare sul territorio e sul conferimento dei rifiuti
“Purtroppo, nonostante tutti i nostri ripetuti appelli per invitare la popolazione, residenti e villeggianti, ad attenersi alle poche semplici norme per il ritiro porta a porta dei rifiuti, e a dispetto di tanti cittadini diligenti, seguitiamo a ricevere segnalazioni di situazioni di assoluto degrado visibili al di fuori di taluni complessi residenziali o palazzine di Santa Marinella.

È evidente, come testimoniano anche alcune immagini scattate nelle ultime ore, che, in alcuni casi come ad esempio al termine di via Etruria o sul lungomare Marconi, alcuni condomini, invece di rispettare i turni di raccolta dell’umido, dell’indifferenziato o della plastica preferiscono gettare tutti i loro sacchi dell’immondizia quando e come vogliono, andando a creare dei cumuli di rifiuti e situazioni non più tollerabili.

Per questo motivo ho già chiesto alla Polizia locale di procedere senza indugio ad accertare le palesi violazioni e a emettere le conseguenti sanzioni che saranno inviate ai responsabili o agli amministratori di condominio.

Grazie a una convenzione che abbiamo stipulato con un’associazione di volontariato di guardie zoofile ambientali saremo in grado di fare un monitoraggio più capillare dell’intero territorio. Non credo che sia più tollerabile un simile atteggiamento che, oltre a creare scene di scarso decoro, con l’approssimarsi della stagione estiva e l’arrivo di temperature più elevate potrebbe anche essere causa di problemi igienico sanitari.

Pertanto, mi corre l’obbligo istituzionale e morale di tutelare la salute pubblica, ancor prima che l’immagine della nostra città senza tralasciare com’è giusto che sia, il dovuto rispetto per il lavoro svolto dagli operatori della ditta Gesam chiamati per primi a ritirare i rifiuti seguendo il dovuto calendario della raccolta differenziata”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Santa Marinella
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Santa Marinella