Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Ostia, il M5S: “Presto la pista ciclabile definitiva”. La Lega: “E’ troppo pericolosa”

Se per il M5S la transizione ecologica "passa dalla ciclabilità" del territorio, la Lega è convinta che la viabilità del lungomare vada rivista

Ostia – Per il Movimento 5 Stelle del X Municipio, la transizione ecologica passa anche dalla “ciclabilità” del territorio.

A sostenerlo sono il vicepresidente Alessandro Ieva e l’assessore alla Transizione ecologica Andrea Gasparini, che spiegano: “Sullo slancio del nuovo Assessorato municipale alla Transazione ecologica, l’Amministrazione fa propri i nuovi strumenti previsti dal codice della strada. L’emergenza epidemiologica ha infatti determinato, da parte del Governo, l’emanazione di provvedimenti in favore della mobilità a partire dalle corsie ciclabili“.

“E’ obiettivo di questa Amministrazione la restituzione di una visione d’insieme della ciclabilità locale mettendo in rete i vari tratti di percorsi stradali già esistenti ed in via di realizzazione”, spiega Gasparini. “Per questo, come Giunta, per rispondere anche alle tante richieste delle associazioni ambientaliste e dei ciclisti, abbiamo dato mandato alla Direzione tecnica di inserire nei progetti di manutenzione straordinaria delle strade di competenza municipale la contestuale progettazione e realizzazione di piste ciclabili e corsie ciclabili, con priorità ai collegamenti con le stazioni della tratta ferroviaria Roma-Lido”.

“Il proposito – aggiunge Ieva – è quello di istituire itinerari ciclabili interconnessi tra loro per l’intera estensione del territorio, integrati al Tpl a supporto della mobilità sostenibile per la fase di ripartenza post lockdown da emergenza nazionale per il Covid-19 in una prospettiva di mobilità integrata e sostenibile”.

“Dopo la realizzazione della nuova pista ciclabile temporanea su circa 5 chilometri di lungomare, in attesa degli imminenti lavori per renderla definitiva, la riqualificazione della ciclabile del lungomare di ponente e successivi interventi di ampliamento, i progetti di collegamento tra Ostia Antica e il mare, la futura pista ciclabile sul lungomare Amerigo Vespucci, l’anello di Casal Palocco e tante altre idee progettuali, l’Amministrazione municipale procede spedita verso la riduzione dei gas climalteranti in linea con il Green Deal Europeo e coerente con l’obiettivo comunitario della riduzione dei gas effetto serra”, conclude Ieva.

La Lega: “La pista ciclabile sul lungomare ostacola i mezzi di soccorso, serve un piano alternativo”

“L’ Amministrazione del X Municipio guidata dal M5S, anziché aver rappresentato con la pista ciclabile una svolta per l’ambiente ad Ostia, ha causato una scelta politica non solo scellerata e pericolosa per i pedoni e ciclisti, ma anche ostacolo il passaggio dei mezzi di soccorso che rimangono incolonnati per causa del blocco della circolazione degli autoveicoli (leggi qui)”. A denunciarlo sono Massimiliano Metalli e Antonella Riti del direttivo della Lega X Municipio.

“I lavori per la realizzazione della pista ciclabile – sottolineano – sono costati ai contribuenti 160.000 euro. Riteniamo che nell’ambito dello sviluppo turistico e della viabilità, il progetto della attuale pista ciclabile dovrebbe essere urgentemente modificato, eliminando i parcheggi auto ed individuare aree di sosta più capienti in prossimità delle zone antistanti la pista ciclabile”, concludono Metalli e Riti.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ostia X Municipio
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Ostia X Municipio