Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Fiumicino, il Movimento Nonviolento e i volontari del SCU insieme per la “Festa della Repubblica che ripudia la Guerra” foto

L'evento aveva l'obiettivo di sensibilizzare le persone, soprattutto i giovani, sulla necessità, non più rimandabile di politiche di pace e disarmo

Fiumicino - “Chiediamo alle Istituzioni ed alla Politica di finanziare la difesa civile non armata e nonviolenta”. Questo il messaggio lanciato dai giovani del Movimento Nonviolento che, nella sede di Fiumicino, il 2 giugno hanno celebrato la “Festa della Repubblica che ripudia la guerra”: un’occasione per ricordare la nascita della Repubblica, ma quella democratica, fondata sul lavoro, che riconosce i diritti umani, promuove l'uguaglianza e la dignità sociale, che tutela il paesaggio, la cultura, la ricerca.

Il Movimento Nonviolento, “Io, Noi - ODV”, la Biblioteca per la Nonviolenza e i volontari del Servizio Civile Universale, hanno festeggiato insieme la Repubblica con musica e discorsi per sensibilizzare le persone, soprattutto i giovani, sulla necessità, non più rimandabile di politiche di pace e disarmo, come le richieste della Campagna "Un’altra difesa è possibile".

Nel corso dell’evento è stato allestito un banchetto informativo per esporre i gadget del Movimento, le bandiere e i numeri della rivista Azione Nonviolenta e un punto di book sharing per lo scambio dei libri. Il tutto circondato da un’atmosfera gioiosa e celebrativa, con tanti curiosi che si sono fermati anche solo per dare un’occhiata.

“Riteniamo che gli oltre 25 miliardi che saranno impiegati anche quest’anno in spese militari siano contrari alla Costituzione - ha spiegato Daniele Taurino, del Movimento Nonviolento, durante l’evento - e che dovrebbero essere spesi per lavoro, sanità, cultura, istruzione, lavoro, ricerca.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Movimento Nonviolento (@movnonviolento)

La difesa civile non armata e nonviolenta e la diminuzione delle spese militari, rappresentano l'unico modo per essere coerenti con i principi, i diritti, i doveri e l'ordinamento della Repubblica italiana, democratica e antifascista”.

Le ragazze e i ragazzi hanno indossato per l'occasione una particolare "divisa": la maglietta di FLUMEN, Festival dell'Ecologia della Nonviolenza e delle Migrazioni di cui le associazioni promotrici hanno lanciato la III edizione che si svolgerà a inizio settembre. Uno degli eventi, completamente organizzato dai giovani, che negli ultimi anni ha animato il litorale romano con spettacoli artistici, musicali, teatrali e dibattiti culturali con ospiti di livello nazionale e internazionale. (www.flumenfestival.eu)