Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Dalla pole al quarto posto a Baku, Leclerc comunque sorride: “Guardo avanti”

Una pazza gara in Formula Uno per i piloti ieri. Incidenti, ripartenze e bandiere rosse. Sainz ottavo al termine

Baku – Charles Leclerc aveva ottenuto la seconda pole position di stagione dopo Montecarlo e quella conquistata a Baku aveva il sapore di una rivincita personale, dopo la rinuncia  a partire, per problemi meccanici alla Ferrari, nel Gran Premio monegasco. Competizione oltretutto di casa per il pilota del Cavallino.

Ha fatto la sua gara in Azerbaijan ieri, ma il Gran Premio si è rivelato ricco di colpi di scena, di incidenti e di ripartenze. Fra quelli più sofferti del mondo della Formula Uno sino ad ora (leggi qui). Era avanti a tutti nella partenza,  ma poi a causa dei sorpassi e dei cambiamenti dovuti alle vicende accadute, tutto è mutato per lui: “Pur partendo davanti a tutti, sapevamo che era molto probabile che le vetture dei due team che sono al vertice della classifica ci passassero davanti e, purtroppo, è successo proprio così. Dopo il pit-stop ho cercato di fare del mio meglio ma alla ripartenza dopo la Safety Car ho avuto un bloccaggio che mi ha complicato un bel po’ la vita, al punto che temevo che non sarei riuscito ad arrivare alla fine della corsa con quelle gomme”.

Vede comunque il bicchiere mezzo pieno Leclerc. Arrivato ai piedi del podio, a un soffio dal terzo posto: “Prima di arrivare a Baku il quarto posto era più o meno la posizione nella quale ci aspettavamo di poter concludere la corsa. Ci sono però state due sorprese in questo weekend: la prima la mia pole, la seconda il fatto che alcuni dei nostri concorrenti diretti erano estremamente veloci – ha spiegato il pilota monegasco -. Poi c’è stata la bandiera rossa e a quel punto ho pensato che il podio fosse ancora possibile, ma non è stato così. Vettel è stato autore di una gara incredibile: gli faccio i miei complimenti e lo stesso vale per Pierre Gasly, con il quale abbiamo lottato al limite nel finale di gara. Dobbiamo continuare a lavorare e spero che così riusciremo a fare dei passi nella giusta direzione”.

Anche  Carlos Sainz non sorride, dopo il secondo posto ottenuto a Montecarlo due settimane fa, a Baku ha strappato solo l’ottava posizione sul traguardo. Lo spagnolo dichiara a fine Gran Premio: “Non è stata la gara che speravo. Non ho avuto lo stesso feeling con la macchina che avevo avuto per tutto il weekend. Ogni volta che mi sono trovato con le gomme fredde ho faticato all’anteriore – le parole di un meno soddisfatto Carlos Sainz come riporta l’Ansa -. Questo mi ha portato a commettere un errore che mi è costato diversi punti e ha compromesso praticamente tutta la mia corsa. Alla fine, sono riuscito a tornare in zona punti ma non sono certo felice del risultato finale. Dobbiamo analizzare perché abbiamo avuto questi problemi. C’è un po’ di tempo per lavorare su questi aspetti e lo faremo tutti insieme a Maranello. Per questo sono sicuro che torneremo più forti fin dalla Francia”.

(foto@FacebookScuderiaFerrari)

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport