Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Lenci accetta la sfida: “Il gelato Liburna sarà realtà e aiuterà a finire la grande opera”

Il titolare del Lenci in Darsena accetta la sfida del comitato Saifo e lancia la proposta per un tavolo di confronto sul destino della grande opera

Fiumicino – Il futuro della grande Liburna romana di Fiumicino continua ad alimentare un frizzante dibattito in città, con proposte e controproposte che iniziano ad arrivare anche dalla società civile. Proprio a maggio Vincenzo Lenci, titolare del bar e gelateria artigianale Lenci in Darsena, ha lanciato la proposta di non spostare, una volta ultimata, la Liburna al Museo delle Navi vicino all’Aeroporto Leonardo da Vinci, ma di trovarle una collocazione suggestiva e definitiva all’interno della città.

La risposta del Comitato Saifo non si è fatta attendere ed è arrivata corredata non solo di un appello per la raccolta di fondi per ultimare i lavori, ma anche di una provocazione: “Chissà cosa succederebbe se il maestro gelatiere Lenci inventasse un nuovo gusto a cui desse il nome Liburna e lo presentasse presso il Cantiere?”.

La risposta di Lenci

“Siamo felici – dichiara Lenci a ilfaroonline.it – che la nostra proposta abbia attirato l’attenzione del comitato Saifo e contribuito mantenere vivo il dibattito su questa incredibile opera che, non va dimenticato, ha ancora bisogno di tanto lavoro e risorse per essere completata.”

È per questo che sono lieto di annunciare che non solo ho deciso di raccogliere il guanto di sfida lanciato dal Comitato e creare un gusto inedito di gelato che sarà dedicato alla Liburna, ma anche di presentarlo in un evento appositamente pensato per raccogliere fondi per il completamento dell’opera.

Non è la prima volta – aggiunge Lenci – che accettiamo la sfida di creare un nuovo gelato dedicato a opere o personaggi importanti. Non sono passati neanche due anni da quando partecipavamo al MIGA (Milano international Gelato Award) con la nostra Rosa di Leonardo, un gusto a base di ricotta aromatizzata al limone e biscotto al profumo di rosa. Progettare il nuovo gusto Liburna sarà stimolante e divertente.

La proposta di un tavolo di confronto

“Se la nostra iniziativa riuscirà a raccogliere risorse utili per far proseguire i lavori, allora sapremo di aver dato un contributo non simbolico, ma concreto per il completamento dell’opera. Questo non significa però che ci troviamo d’accordo sulla scelta di spostare la Liburna al di fuori della città.”

“Anche noi immaginiamo, come auspica giustamente il Comitato Saifo, ‘un turista che arrivi tutto l’anno e che rimanga più tempo‘, ma il nostro impegno deve essere per portare i turisti all’interno della nostra città e non farli rimanere il più a lungo possibile nell’aeroporto che rimane innanzitutto un punto di passaggio.”

“Lanciamo quindi l’ulteriore proposta – conclude Lenci – per un tavolo di confronto a cui partecipino il Comitato Saifo e le istituzioni, ma anche la Pro Loco di Fiumicino e rappresentanti della società civile. Riteniamo che privare la città di un’opera simile sia un danno gravissimo per essa e i suoi cittadini e che la decisione meriti un ulteriore confronto.”

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fiumicino
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Fiumicino