Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Golden Gala, Tamberi arriva terzo nell’alto con 2,33: “Cerco il salto migliore”

L'azzurro scandisce il countdown verso le Olimpiadi. Ricorda Talotti e ringrazia il pubblico sugli spalti

Firenze – Incanta Firenze Gianmarco Tamberi. Arriva terzo al Golden Gala in una stagione all’aperto che lo porterà dritto alle Olimpiadi.

E’ la stagione più importante della sua carriera e questi ultimi mesi sono stati particolarmente emozionanti per lui. Finalmente tra poche settimane realizzerà il sogno per cui ha lavorato negli ultimi 5 anni. Lo dice con convinzione ai microfoni di Raisport: “Finalmente ecco le Olimpiadi”. Chi conosce il suo percorso agonistico e la sua storia di atleta sa quanto Gimbo abbia atteso il 2021, dopo che i Giochi, a causa del Covid, erano slittati di un anno nel 2020.

Mancano meno di 50 giorni e l’evento della vita si avvicina. Prima di volare in Giappone però farà  tappa a Montecarlo. Un luogo particolare per lui. Nel 2016, alla ricerca della misura di 2,40 cercata e voluta tantissimo in quella stagione sportiva del 2016, si fece male alla caviglia sulla pedana monegasca e dovette rinunciare a Rio 2016 (leggi qui). E’ tempo di pensare al futuro e Montecarlo servirà a Tamberi per scacciare fantasmi e timori probabilmente. Intanto questa sera al Golden Gala, in una terza tappa della Wanda Diamond League in cui 1000 spettatori hanno potuto godere dal vivo della manifestazione di atletica leggera ospitata dall’Asics Marathon Stadium di Firenze, Gianmarco è arrivato terzo: “Bellissimo ritrovare il pubblico, mi ha fatto venire la pelle d’oca. Ho bisogno di tutto questo. Ringrazio chi mi ha seguito”. A margine della gara, il campione azzurro commenta ai microfoni di Atletica Tv e prosegue ricordando la figura di Alessandro Talotti, altista scomparso che ha lasciato un vuoto enorme nel mondo dell’atletica (leggi qui): “Era una persona super solare – dice Gimbo – la sua scomparsa è un dispiacere enorme e auguro il meglio alla sua famiglia. Dedico a lui la mia gara”.

Ha dimenticato il salto di 2,20 ad Hengelo l’atleta dell’Atl-Etica San Vendemmiano. Secondo Gimbo la stagione all’aperto è iniziata questa sera al Golden Gala:”È stato importante ricominciare la stagione in questo modo”. Non ha amato particolarmente i salti in pedana e spiega: “Non mi sono piaciuto. Ho fatto salti migliori in riscaldamento. Penso di valere misure che oggi ho sbagliato, come il 2,36”.

Nelle gambe ha la migliore prestazione mondiale indoor di 2,35 (con argento europeo a Torun) (leggi qui). E’ in cerca del salto migliore, quel salto che potrebbe portarlo in alto, altissimo fino a realizzare il sogno più grande. Sta bene fisicamente Gimbo e lo conferma. Stasera ha saltato 2,33 al Golden Gala, andando alla ricerca di 2,36. Tre tentativi per lui per quest’ultima misura inseguita. Alla fine proprio il 2,33 gli ha regalato il terzo posto al Golden Gala. Ha conquistato 2,27 e proseguito poi a 2,30 la gara, fino alla successiva misura del podio del salto in alto.

Resta il sapore di una serata in cui Tamberi ha saputo emozionare ancora una volta. Capelli platinati e ‘half shave’, mezza barba. Half Shave è tra i 300 atleti dell’Italia Team che tra poco indosseranno la divisa olimpica, con tutti i sogni sportivi nella valigia. E Gimbo va alla ricerca del salto della vita. Lo farà a Tokyo? 

(foto@Grana/Fidal)

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport