Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Lotta alla pedofilia, il cardinal Marx: “Il Papa mi ha commosso, accetto la sua decisione”

L'arcivescovo tedesc sottolinea la necessità di "cercare nuove strade da percorrere, anche in considerazione di una storia di molteplici fallimenti, per annunciare e testimoniare il Vangelo"

Città del Vaticano – “In spirito di obbedienza accetto la sua decisione”. Lo afferma il cardinale di Monaco Reinhard
Marx, esprimendo sorpresa e commozione, dopo che il Papa ha respinto oggi le sue dimissioni (leggi qui). “Non contavo – scrive il porporato sul sito dell’arcidiocesi – su una reazione così veloce e nemmeno mi aspettavo la decisione che io dovessi continuare nel mio servizio”. E aggiunge di essere rimasto colpito “dal tono fraterno” delle parole del Papa, dalla percezione di essere stato compreso nelle ragioni riguardanti la richiesta di dimissioni, richiesta che aveva sullo sfondo il dramma che vive la Chiesa tedesca in materia di abusi.

Ribadendo di accettare la decisione del Papa, l’arcivescovo tedesco si collega a quanto da lui detto e sottolinea la necessità di “cercare nuove strade da percorrere, anche in considerazione di una storia di molteplici fallimenti, per annunciare e testimoniare il Vangelo”.

Per il cardinale Marx, come spiega nel testo rilanciato anche da Vatican News, si apre ora un tempo di riflessioni sul modo di “contribuire ancora di più al rinnovamento della Chiesa”, partendo dagli spunti «importanti» che Francesco offre nella sua lettera. Resta comunque “valido – ribadisce il porporato – ciò che avevo sottolineato nella mia dichiarazione e cioè che io stesso devo assumermi la responsabilità personale e anche ‘istituzionale'”, in particolare “nei riguardi delle vittime”. La decisione del Papa, riconosce il cardinale Marx, “rappresenta per me una grande sfida” e dunque, conclude, tornare “‘semplicemente’ all’ordine del giorno di ‘ieri’ non può essere la via, né per me né per l’arcidiocesi”. (fonte Ansa)

Clicca qui per leggere tutte le notizie di Papa & Vaticano
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie sul Papa e Vaticano