Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

“Pratiche commerciali sleali”, i leader del G7 contro la Cina

E' la prima volta che vengono espresse critiche così esplicite alla seconda economia mondiale: i leader sono pronti ad adottare una linea più dura contro la Cina

Più informazioni su

Carbis Bay – I leader dei G7 sono d’accordo per adottare una linea più dura contro la Cina. In un passaggio della dichiarazione finale, la cui bozza è stata visionata dalla Dpa, il G7 si impegna ad affrontare Pechino in materia di pratiche commerciali sleali, questioni relative ai diritti umani e repressione dell’opposizione a Hong Kong.

Allo stesso tempo, la dichiarazione sottolinea un interesse comune alla cooperazione con la Cina per quanto riguarda le sfide globali come la lotta ai cambiamenti climatici e la tutela della biodiversità. E’ la prima volta che i leader del G7 esprimono le loro critiche alla seconda economia mondiale in una dichiarazione finale in modo così esplicito.

Secondo la bozza, per quanto riguarda la Cina il G7 cercherà di “continuare a consultarsi sugli approcci collettivi per gestire le politiche e le pratiche non di mercato che minano il funzionamento equo e trasparente dell’economia globale”.

Inoltre, si fa riferimento alla promozione “dei nostri valori, anche invitando la Cina a rispettare i diritti umani e le libertà fondamentali, in particolare in relazione allo Xinjiang e a quei diritti, libertà e alto grado di autonomia per Hong Kong sanciti dalla Dichiarazione congiunta sino-britannica”. (Fonte: Adnkronos)

Più informazioni su