Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Ripresa post-Covid, il sogno di Papa Francesco: “Convertire le armi in cibo”

Il Pontefice interviene al Globsec Bratislava Forum: "Chi non agisce spreca le opportunità offerte dalla crisi"

Città del Vaticano – “Agire per lo sviluppo di tutti è porre in atto un’opera di conversione. E anzitutto decisioni che convertano la morte in vita, le armi in cibo”. A dirlo è Papa Francesco, che interviene, con un videomessaggio, alla 16esima edizione del Globsec Bratislava Forum dedicato al tema “Rebuild the World Back Better” (Ricostruiamo meglio il mondo), che si apre oggi in Slovacchia, una piattaforma che vede la partecipazione fino al 17 giugno di centinaia di politici come il presidente francese Emmanuel Macron o la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, opinion-leaders, manager, organizzazioni internazionali. Il Pontefice indica tre strade affinché il mondo esca migliorato dalla pandemia: “Vedere, giudicare e agire”.

papa francesco

“Chi non agisce spreca le opportunità offerte dalla crisi – sottolinea Francesco -. Agire, di fronte alle ingiustizie sociali e alle emarginazioni, richiede un modello di sviluppo che ponga al centro ’ogni uomo e tutto l’uomo’ come il pilastro fondamentale da rispettare e proteggere, adottando una metodologia che includa l’etica della solidarietà e la ’carità politica’”, continua citando il messaggio inviato lo scorso marzo al direttore dell’Unesco Audrey Azoulay.

“Ogni agire ha bisogno di una visione, una visione che sia d’insieme e di speranza”, spiega il Papa che precisa: “Abbiamo tutti bisogno di intraprendere anche una conversione ecologica. La visione d’insieme include infatti la prospettiva di un creato inteso come ’casa comunè e richiede con urgenza di agire per proteggerlo”.

(Il Faro online) Foto © Vatican Media – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Papa & Vaticano
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie sul Papa e Vaticano