Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Bckgrnd e l’ep “Supereroi”, il rap che nasce dalle vie di Pomezia: chi sono i tre artisti

Pomezia è la loro casa ma anche lo sfondo del video musicale di "Supereroi", contenuta nell'omonimo Ep registrato in uno degli studi più iconici della scena rap romana

Più informazioni su

Pomezia – Giovani, talentuosi e con tanta voglia di fare: Luca Passucci, Angelo Cozza e Andrea Pezzullo, in arte Jade, Axen e TrustDeandre formano i “Bckgrnd“.

Bckgrnd Pomezia

Il nome del gruppo deriva dall’inglese “background” (contesto in italiano), e il loro “contesto” è proprio quello della città di Pomezia, la loro casa ma anche lo sfondo del video musicale di “Supereroi”, traccia contenuta nell’omonimo Ep, mixato e masterizzato al Quadraro Basement, uno degli studi più iconici della scena rap romana.

Le tre giovani promesse musicali hanno raccontato a ilfaroonline.it l’inizio della loro carriera musicale, le tracce dietro al nuovo Ep ma anche il rapporto di “amore e odio” con Pomezia.

L’intervista ai Bckgrnd

Da dove nasce la vostra passione per la musica?
Jade: Nasce dall’esigenza di esprimere me stesso in una forma artistica e in un genere che mi appassiona fin da bambino.

Axen: La passione per la musica era presente già da bambino , quando con mio padre ero solito ascoltare dischi di qualsiasi genere, questo mi ha portato poi col tempo ad inoltrarmi nella scrittura e nella composizione dei miei brani.

TrustDeandre: Nasce dalla passione per la chitarra, suonando questo strumento con il tempo la passione è aumentata. Facevo anche parte di una band e insieme partecipavamo a diversi contest. Il culmine della passione è stato raggiunto da quando ho scelto di studiare la musica nel mio percorso universitario.

Come avete iniziato la vostra carriera musicale e perché il nome “Bckgrnd”?
Bckgrnd: Veniamo da percorsi diversi. Axen muove i primi passi a partire dalle scuole superiori, quando un compagno di classe ascoltandolo lo sprona a coltivare la sua passione. Jade inizia facendo freestyle con gli amici di sera sotto le luci di un parcheggio, per poi cominciare a trascrivere i primi testi più impegnati. TrustDeandre nasce dalla passione viscerale per la chitarra e successivamente si avvicina al più complesso ruolo di producer. Il termine Bckgrnd deriva dal termine inglese background, che letteralmente vuol dire ambiente, contesto, sfondo. Abbiamo scelto questo termine in quanto la nostra musica è rappresentazione e frutto delle nostre esperienze, che nel bene o nel male, hanno segnato il nostro percorso, in secondo luogo perché rappresenta la nostra varietà e il nostro bagaglio musicale che non si limita a un canone ma spazia molto all’interno del genere rap.

Che legame avete con Pomezia e quanto ha influito questa città per la scrittura del disco?
Il rapporto con la nostra città è particolare, di amore e odio. Gran parte delle esperienze che rappresentiamo derivano proprio dalla quotidianità pometina, ed emerge chiaramente dal nostro progetto l’esigenza di rifugiarsi in una dimensione più leggera e meno “opprimente” di una classica routine cittadina, dove tutto corre veloce e in maniera caotica, perfino i rapporti umani. D’altro canto Pomezia rimane la nostra casa, senza di essa non ci saremmo consacrati come artisti e come collettivo, e potenzialmente potrebbe offrire molte opportunità ai ragazzi che la abitano.

Come è nata l’idea di scrivere Supereroi?
Jade scrisse il ritornello di Supereroi più di un anno fa, e già con Axen cominciarono al tempo ad idearne le strofe, su un tappeto totalmente diverso da quello che oggi ascoltate. Successivamente, TrustDeandre ha creato una melodia cucita su misura alle strofe e ha donato alla traccia l’ambiente ideale per esprimere la propria emotività. Supereroi è una traccia per noi molto sentita, perché racconta un po’ del nostro percorso e un po’ si fa voce del percorso di tanti ragazzi, che lottano per i loro sogni, senza farsi scoraggiare dalle avversità.

Qual è la traccia più importante a livello emotivo dell’EP?
“Cuore d’acciaio”, senza alcun dubbio.

Qual è stato il processo di scrittura?
Il processo di scrittura è stato molto spontaneo. I brani sono stati realizzati sia partendo
dalla stesura delle melodie, sia partendo dalla scrittura dei testi.

Il video di “Supereroi” è girato in un campo di calcio a Pomezia, come mai questa scelta?
Un ragazzo di quartiere con un pallone ai piedi che insegue “il sogno”: è l’immaginario che più rispecchia Supereroi. Il video del brano si chiude proprio con una frase di incoraggiamento ai ragazzi come noi, che spesso vivono in contesti periferici e più lontani dal centro, ad inseguire le proprie passioni indipendentemente dalle possibilità economiche e sociali.

Dove avete registrato e quanto tempo avete impiegato per completare tutto l’album?
L’intero album è stato dapprima registrato in casa di TrustDeandre e successivamente mixato e masterizzato al Quadraro Basement, uno degli studi più iconici della scena rap romana. Tutto ciò è per noi è un motivo di orgoglio e allo stesso tempo un grande onore. Abbiamo realizzato il tutto in poco meno di un anno, essendo una realtà indipendente, passo dopo passo, abbiamo curato ogni singolo aspetto dell’album, dall’ambito puramente musicale a quello più commerciale e illustrativo, affidandonci anche a ragazzi davvero professionali nella realizzazione grafica e video.

Farete delle serate live?
Saranno in programma delle nostre performance live.

Avete già dei progetti futuri in mente?
Assolutamente si, attualmente stiamo allestendo un nostro studio. Ma non possiamo ancora rivelarvi nulla, non vi resta che continuare a seguirci!

C’è qualcuno in particolare che sentite di dover ringraziare per avervi supportato durante il vostro percorso musicale?
Vogliamo ringraziare innanzitutto le nostre famiglie, ci hanno sempre supportato durante il nostro percorso musicale e hanno creduto fermamente in noi. Grazie ai nostri amici più stretti, sono i nostri primi fan e supporter. Un grande ringraziamento va a Francesco Fuzzy Fracassi, che ha curato in studio ogni singolo brano nei minimi dettagli, Andrea Tomaso, un videomaker e persona eccezionale, e Riccardo Corinaldesi, grafico super professionale che ha dato il volto al progetto con i suoi lavori accurati.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Pomezia
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Pomezia

Più informazioni su