Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Strage di Colle Romito, Tirrito: “Una fiaccolata di tanta gente perbene, solidarietà alle vittime. Ardea è anche questo”

Il Consorzio, in quel luogo di sangue, ha voluto installare delle targhe ricordo, affinché resti la memoria di ciò che è accaduto e sia reso omaggio alle vittime.

“Ancora una volta la comunità di Ardea, nel dolore, si stringe e si supporta. La fiaccolata per le vittime della strage di Colle Romito, ha visto tanta partecipazione, al punto che 500 fiaccole preparate per la veglia non sono bastate. Ardea, e in particolare Colle Romito, sono questo: una comunità di gente perbene, devastata da questa tragedia”.

A parlare è Maricetta Tirrito, presidente del Laboratorio Una Donna, impegnata proprio sul territorio di Ardea, con la sua associazione, ad intervenire in tante situazioni “difficili”, spesso con storie di violenza o abbandono.

Conosco bene la realtà di Ardea, le sue difficoltà, i suoi problemi sociali – spiega Maricetta Tirrito – ma conosco altrettanto bene i suoi pregi, le potenzialità, il calore umano, la vicinanza tra persone. Per questo ho accettato immediatamente l’invito del presidente del consorzio di Colle Romito, Romano Catini, ad essere presente alla fiaccolata e portare la mia personale solidarietà in questo difficilissimo momento.

Con Catini ed il Consorzio – prosegue – collaboro da tempo col Laboratorio una donna, e insieme stiamo costruendo un percorso virtuoso, teso proprio a monitorare il territorio ed intervenire là dove si possano creare delle criticità.

Abbiamo camminato per un lungo tratto di città, dal punto della messa a Colle Romito fino al luogo dell’agguato, per testimoniare la vicinanza dei cittadini alle famiglie delle vittime.

Il Consorzio, in quel luogo di sangue, ha voluto installare delle targhe ricordo, affinché resti la memoria di ciò che è accaduto e sia reso omaggio alle vittime.

Unica nota stonata in tanta solidarietà – conclude Maricetta Tirrito – è stata l’assenza del sindaco di Ardea ai funerali dei due fratellini, officiati a Ostia. C’erano le istituzioni, tanti Sindaci del comprensorio… mancava solo Ardea”.