Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Giornata Internazionale dello Yoga 2021: come nasce e perché si celebra il 21 giugno

Curiosità e leggende sulla pratica sportiva che conduce all’unità di mente e corpo

Più informazioni su

Lo Yoga è una disciplina antichissima oggi praticata in tutto il mondo da veri esperti ed appassionati, o semplicemente per moda e popolarità. La Giornata Internazionale dello Yoga, che si celebra il 21 giugno di ogni anno,  è l’occasione giusta per scoprire le origini di questa pratica, un momento di condivisione, meditazione  che riunisce i milioni di persone.

Le origini

La Giornata Internazionale dello Yoga fu istituita il 27 settembre 2014, durante l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.  L’Onu ha scelto come data proprio il 21 giugno perché cade in corrispondenza del Solstizio d’Estate. L’allora Primo Ministro indiano Narendra Modi dichiarò: “Lo Yoga è un dono inestimabile della tradizione antica dell’India. La pratica conduce all’unità di mente e corpo, pensiero e azione, moderazione e pienezza e all’armonia tra l’uomo e la natura. È un approccio olistico alla salute e al benessere. Non si tratta di esercizio fisico, ma di un mezzo per riscoprire la propria interezza e il senso di unità con il mondo e la natura”. È per questo motivo che ogni anno, da 7 anni, la Giornata Internazionale dello Yoga riceve milioni di adesioni da tutto il mondo. E per chi ancora non pratica, è un’occasione per provarne gli effetti e i benefici su corpo e mente.

La maggior parte dei studiosi concordano che le prime testimonianze dello yoga risalgono al 5000 A.C. in India, in quanto sono state ritrovate raffigurazioni di alcune posizioni su monete, tavolette e sigilli appartenenti a quel periodo. A quel tempo tutti gli insegnamenti erano tramandati esclusivamente in modo orale da maestro a discepolo fino a che non si riscontrarono i primi cenni di questa parola su opere scritte. A quei tempi lo yoga era intesa come un insieme di tecniche meditative con il fine di raggiungere la realtà ultima e di controllare i sensi.

La leggenda

La leggenda narra che un giorno il dio Shiva decise di insegnare tutti i segreti dello yoga alla sua sposa Parvati. Vicino a loro però, c’era un piccolo pesce che, senza farsi notare, ascoltò attentamente tutte le sue sagge parole.

Quando i due dei si accorsero della presenza del piccolo intruso era troppo tardi e il piccolo animale si era già dileguato, portando con sé tutto quello che aveva appreso. Il pesciolino nuotò lontano sperimentando su di sé gli insegnamenti sacri che aveva acquisito. Con il passare del tempo passò attraverso le tappe del percorso evolutivo dello yoga e alla fine si trasformò in un uomo.

E così nacque il primo yoga della storia e grazie ad esso la scienza dello yoga fu conosciuta dall’essere umano.

 

Più informazioni su