Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Il Papa concede l’indulgenza agli anziani e a chi fa loro visita: basta anche una telefonata

L'iniziativa del Pontefice per la prima Giornata Mondiale dei Nonni che si svolgerà il 25 luglio. Ecco le regole per ottenere l'indulgenza

Città del Vaticano – La Penitenzieria Apostolica, “in forza delle facoltà a essa attribuite” da Papa Francesco, “concede l’indulgenza Plenaria, alle consuete condizioni (confessione sacramentale, comunione eucaristica e preghiera secondo le intenzioni del Sommo Pontefice) ai nonni, agli anziani e a tutti i fedeli che, motivati dal vero spirito di penitenza e carità”, parteciperanno il 25 luglio alla Prima Giornata Mondiale dei Nonni e degli Anziani (leggi qui), alla solenne celebrazione che il Pontefice presiederà nella Basilica Papale Vaticana oppure alle diverse funzioni che si svolgeranno in tutto il mondo.

“Questo Tribunale della Misericordia concede ugualmente l’Indulgenza Plenaria in questo stesso giorno – comunica la Penitenzeria apostolica – ai fedeli che dedicheranno del tempo adeguato a visitare in presenza o virtualmente i fratelli anziani bisognosi o in difficoltà (come i malati, gli abbandonati, i disabili e simili)”. Dunque basterà anche un telefonata o una videochiamata. L’indulgenza viene concessa anche agli”anziani malati e tutti coloro che, impossibilitati di uscire dalla propria casa per grave motivo, si uniranno spiritualmente alle funzioni sacre della Giornata Mondiale”.

Francesco: “La preghiera degli anziani è un polmone di cui il mondo non può privarsi”

(Il Faro online) Foto © Vatican Media – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Papa & Vaticano
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie sul Papa e Vaticano