Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Ardea, Luca Fanco vince la causa col Comune: arrivano soldi e riabilitazione politica

Il contenzioso nato nel 2016 dopo essere caduto in strada per colpa di una buca. Il Comune prima non tratta, poi non fa ricorso.

Più informazioni su

Ardea – Perse il posto da consigliere comunale per aver intrapreso un’azione legale contro il Comune, oggi il Tribunale gli dà ragione. E condanna il Comune al pagamento dei danni. Dovremmo dire che il protagonista della vicenda è Luca Fanco, ma in realtà i veri protagonisti sono altri: il degrado cittadino e l’ostinazione del Comune a non riconoscere i propri errori.

danni fisici Luca Fanco

Le ecchimosi conseguenti alla caduta

Tutto nasce nel maggio 2016, quando Fanco, in sella al suo scooter, cade rovinosamente a terra per colpa di una buca, anzi – come è scritto agli atti : “due profonde buche,,, non segnalate da cartelli né da transenne e non visibili dal conducente”. Con tanto di danni fisici evidenti e, ovviamente, materiali.

La cosa finì sui giornali, ma soprattutto finì nelle aule di tribunale in quanto la richiesta di risarcimento danni fu impugnata dal Comune. Da lì un contenzioso che, come primo risultato, ha visto il decadimento dal ruolo di consigliere comunale dello stesso Luca Fanco, in quanto incompatibile la figura istituzionale di consigliere comunale (anche presidente della Commissione Controllo e Garanzia) con un procedimento giudiziario aperto nei confronti dello stesso Comune.

Insomma, oltre al danno per la salute e per lo scooter, anche un danno politico. La storia va avanti, senza mai arrivare ad una definizione bonaria. Anche perché all’origine il contenzioso avrebbe potuto essere chiuso con un concordato tra le parti (il cui costo di risarcimento avrebbe gravato sull’assicurazione del Comune, già in essere), al quale il Sindaco preferì non partecipare, atto che ebbe come conseguenza il rendere “incompatibile” Luca Fanco e farlo decadere dal suo ruolo politico a capo dell’intera opposizione.

Una scelta, quella di non presenziare, confermata anche in questo caso: la sentenza infatti è diventata definitiva ed esecutiva perché il Comune di Ardea non ha fatto appello nei 30 giorni previsti dalla legge. Il giudice dott. Renato Buzi del Tribunale di Velletri, in assenza di contraddittorio, ha emesso 15 pagine di sentenza nella quale ha sostanzialmente condannato il Comune di Ardea in tutti i punti in esame.

Soldi che adesso dovrà versare il Comune, dunque la collettività, e che avrebbero potuto essere risparmiati. Anche perché la legge è chiara: se si seguono le giuste procedure, il Comune sarà sempre condannato a risarcire i danni subiti dai cittadini che, per tutte le buche che trovano sulle strade, subiscono danni fisici e materiali.

Con questa sentenza, vittoriosa per l’ex consigliere comunale Luca Fanco contro il Comune di Ardea, si esaurisce l’incompatibilità, pertanto Fanco si potrà candidare nelle prossime elezioni amministrative ad Ardea.

Più informazioni su