Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Dal Comune di Fiumicino arrivano 30mila euro per il completamento della Liburna

Il Sindaco: "Per un territorio come il nostro, la ricostruzione fedele della Liburna rappresenta un'opportunità di attrazione turistica molto importante"

Fiumicino – “Nella seduta di oggi della Giunta, abbiamo stanziato 30 mila euro come contributo del Comune al proseguimento dei lavori della Liburna“. Ad annunciarlo è il sindaco Esterino Montino.

“Il nostro finanziamento fa seguito a quello già versato dalla Regione Lazio (leggi qui) – prosegue il Sindaco – che, come noi, è convinta che si tratti di un progetto molto valido per il quale dobbiamo ringraziare il Comitato Saifo che se n’è fatto promotore instancabile”.

“Come sapete, stiamo parlando della ricostruzione fedele di un’antica imbarcazione romana – spiega Montino – a cui una famiglia di maestri d’ascia di altissima professionalità si sta dedicando da diversi anni”.

“Per un territorio come il nostro, la cui storia è così profondamente legata all’epoca imperiale – sottolinea il Sindaco -, la ricostruzione fedele della Liburna, a grandezza naturale e in tutto e per tutto uguale alle imbarcazioni da guerra in uso all’epoca di Traiano, rappresenta un’opportunità di attrazione turistica molto importante. Insieme alle aree archeologiche dei Porti di Claudio e Traiano, alla Necropoli di Isola Sacra e al Museo delle navi ormai di prossima apertura, la Liburna racconta una parte importante della nostra identità cittadina”.

“Un’identità per certi versi giovane, se pensiamo all’autonomia che Fiumicino ha ottenuto meno di 30 anni fa – conclude Montino -, ma che ha radici profonde che abbiamo il dovere di riscoprire e valorizzare, non solo per il ritorno in termini turistici, ma anche perché le nostre ragazze e i nostri ragazzi imparino a conoscere la ricchezza della loro città e quindi delle loro origini”.

“Grazie alla Giunta i lavori della Liburna possono continuare”

“A partire da una mozione approvata da tutto il Consiglio Comunale e da un interessamento del Sindaco, sempre manifestato per il Progetto Liburna, ora arriva un aiuto tangibile: un contributo di 30.000€ che permetterà di continuare i lavori che erano stati da poco tempo ripresi grazie al contributo di uguale importo, ricevuto tre mesi fa dalla Regione Lazio”. E’ quanto si legge in una nota diffusa dal Comitato Saifo.

“Comune e Regione hanno dato riscontro concreto al progetto presentato dal Comitato Promotore Saifo in collaborazione con Assonautica Acque Interne Lazio e Tevere e la Fondazione Anna Maria Catalano. Come tutti sanno, la Liburna è la ricostruzione fedele di un’antica imbarcazione romana a cui la famiglia di maestri d’ascia di altissima professionalità i Carmosini si sta dedicando da diversi anni per poi donarla alla comunità. L’idea progettuale a cui Saifo e i suoi partner si stanno molto dedicando – prosegue la nota -, però, è molto più affascinante e complessa: non solo ricostruire la Liburna secondo rigore scientifico, ma trasportarla accanto al museo delle navi romane in ristrutturazione a due passi dall’aerostazione dell’aeroporto e dei Porti Imperiali di Claudio e Traiano. Noi immaginiamo un polo museale e didattico di livello internazionale e un portale informativo delle bellezze del litorale utile alla crescita turistica”.

“Un progetto complesso che per realizzarsi ha bisogno di tutte le Istituzioni pubbliche e private che possano dare aiuto, ecco perché da mesi stiamo lavorando ad un “Accordo di collaborazione” trai il Comune di Fiumicino, il MiC Parco archeologico di Ostia antica, gli Aeroporti di Roma S.p.A., l’Associazione di Promozione Sociale Saifo – Sistema Archeoambientale Integrato Fiumicino Ostia, il Dipartimento di Architettura dell’Università Roma Tre, il centro DigiLab – Centro interdipartimentale di ricerca dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, il Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale. Il testo dell’accordo, redatto e condiviso da tutti gli enti coinvolti, è in fase di finalizzazione e se ne prevede la firma a breve”, aggiungono dal Comitato Saifo.

“Tutto questo rende più realistica la possibilità di concludere l’opera e permetterne il posizionamento finale in modo che, insieme alle aree archeologiche dei Porti di Claudio e Traiano, alla necropoli di Isola Sacra e al museo delle navi, possa contribuire ad un ritorno per il nostro territorio in termini turistici, ma anche per ricordare a tutti noi e in particolare ai giovani da dove veniamo, e ad apprezzare le ricchezze che ci sono state lasciate e che abbiamo il dovere di proteggere e valorizzare”, conclude la nota.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fiumicino
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Fiumicino