Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Trasporti, la Regione stanzia 10 milioni di euro per l’acquisto di veicoli a basso impatto ambientale

Il bando, pubblicato entro luglio, sarà destinato a micro, piccole e medie imprese e titolari di licenze Taxi e Ncc

Regione Lazio –  Un aiuto dalla Regione Lazio per le micro, piccole e medie imprese (Mpmi) e per i titolari di licenze Taxi e Ncc operanti nel Lazio che investono nell‘acquisto di veicoli a basso impatto ambientale.

È quanto previsto da una delibera – proposta dall’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Università, Ricerca, Start-Up e Innovazione, Paolo Orneli, di concerto con il vicepresidente e assessore alla Programmazione Economica, Bilancio, Demanio e Patrimonio, Daniele Leodori, con l’assessora alla Transizione Ecologica e Trasformazione Digitale, Roberta Lombardi, e con l’assessore ai Lavori Pubblici e Tutela del Territorio e Mobilità, Mauro Alessandri – approvata oggi, 1 luglio, dalla Giunta Regionale del Lazio che definisce le linee guida di un avviso pubblico da 10 milioni di euro (risorse del Fondo di Sviluppo e Coesione 2014-2020) che verrà messo a punto e pubblicato entro luglio dalla società in house Lazio Innova.

Con il bando verrà destinato un contributo a fondo perduto a Mpmi e a titolari (persone fisiche) di licenza Taxi – Ncc, operanti nel Lazio, che acquistino mezzi di trasporto poco impattanti. Il contributo sarà diversificato in base alla tipologia del mezzo di trasporto che verrà acquistato (i mezzi potranno essere a trazione integralmente elettrica, ibridi o a gas naturale compresso, ossia “a metano”) e andrà da un minimo di 3mila euro a un massimo di 20mila euro per ogni veicolo; il contributo totale massimo che potrà ricevere un beneficiario (in caso si tratti di un’impresa) sarà di 150mila euro .

Nello specifico a poter essere acquistati saranno:

• veicoli commerciali leggeri (categoria N1) oppure

• veicoli destinati al trasporto di persone (M1) con destinazione d’uso “locazione senza conducente”, “servizio di noleggio con conducente e servizio di piazza (taxi) per trasporto di persone” o “servizio di linea per trasporto di persone” e con limite massimo di emissione CO2 pari a 135 g/km WLTP;

• veicoli destinati al trasporto di persone (M1) di tipo speciale, ossia che siano: blindati (codice carrozzeria SB), ambulanze (c.c. SC) o con accesso per sedie a rotelle (c.c. SH).

“Si tratta di una misura alla quale teniamo moltissimo – ha dichiarato l’assessore Orneli – che va nella direzione di favorire l’acquisto di veicoli elettrici, ibridi o a metano, per ridurre l’inquinamento e promuovere un modello di sviluppo più sostenibile. Ringrazio le associazioni rappresentative di taxi, Ncc e imprese commerciali, artigiane e della logistica che in queste settimane abbiamo coinvolto per costruire questo provvedimento che aiuterà la ripartenza di un settore particolarmente colpito dalla crisi generata dalla pandemia.”

“Ancora una volta la Regione Lazio ha voluto mettere in campo un provvedimento che sposa appieno le nostre politiche di rispetto e tutela dell’ambiente – spiega il vicepresidente della Regione Lazio, Daniele Leodori. offrendo un aiuto prezioso nell’acquisto di veicoli a basso impatto ambientale ad alcune categorie di imprese del Lazio e ai titolari delle licenze Taxi e Ncc sempre operanti nel nostro territorio. L’obiettivo è anche quello di aiutare le nostre città ad avere una qualità dell’aria migliore, incentivando l’uso di mezzi che non incidano sui livelli, spesso troppo alti, di inquinamento”,

“Una misura virtuosa che potrà avere un impatto davvero efficace in termini di sostenibilità e di miglioramento della qualità dell’aria delle nostre città – aggiunge Roberta Lombardi, assessora alla Transizione Ecologica e alla Trasformazione Digitale della Regione Lazio.solo se non rimarrà un’iniziativa isolata ma sarà inserita e integrata nel più ampio contesto di provvedimenti strutturali quali il Piano Energetico Regionale e il Piano Regionale di Risanamento della Qualità dell’Aria. Sono questi gli obiettivi di medio lungo termine verso i quali stiamo dirigendo la nostra azione per un approccio sistematico”,

“Grazie al contributo della Regione Lazio Taxi e Ncc saranno supportati nell’acquisto di mezzi di trasporto eco sostenibili. Portiamo avanti, così, un programma d’interventi volti a combattere l’inquinamento e a difendere l’ecosistema, – commenta di Mauro Alessandri, assessore alla Mobilità.per un territorio protagonista di una mobilità intelligente e sostenibile”.

Zingaretti: “Lavoriamo per la tutela dell’ambiente, apportando un significativo sostegno economico”

Dieci milioni di euro a favore di micro, piccole e medie imprese e titolari di licenze Taxi e Ncc operanti nel Lazio che investono nell’acquisto di veicoli a basso impatto ambientale. Il bando per accedere al finanziamento, che sarà gestito da Lazio Innova, sarà pubblicato nelle prossime settimane.” Ad annunciare la notizia il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti che spiega il contenuto di una delibera approvata oggi, 1 luglio 2021, dalla Giunta regionale del Lazio.

“La misura – spiega il Presidente – vuole lavorare alla tutela dell’ambiente apportando, nel contempo, un nuovo ma significativo sostegno economico alle micro, piccole e medie imprese e ai titolari delle licenze Taxi e Ncc operanti nel Lazio, che hanno sofferto le conseguenze economiche generate dalla pandemia e che potranno così più agevolmente acquistare mezzi a ridotto impatto ambientale. Incentivando il rinnovo del parco auto circolante e premiando la sostituzione di veicoli vecchi con quelli elettrici, ibridi o a metano, intendiamo infatti ridurre l’inquinamento e migliorare la qualità dell’aria delle nostre città, rendendo le strade più vivibili per tutti.

L’attenzione verso questi temi deve restare sempre alta, non dimentichiamolo mai. E come Regione Lazio ci siamo impegnati fin dall’inizio del nostro mandato con iniziative e progetti ad hoc: il bando che sarà pubblicato entro questo mese rappresenta, infatti, un altro passo in avanti in quella svolta green di cui tutti parlano, ma che in pochi portano avanti con misure concrete come quella approvata dalla nostra giunta”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere le notizie della Regione Lazio