Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Formia, l’esasperazione dei residenti di Scacciagalline: “Un quartiere abbandonato” foto

Gli abitanti evidenziano lo stato di degrado nel quale versa la zona

Più informazioni su

Formia – Gli abitanti del Quartiere di Scacciagalline detto in passato il quartiere delle case bianche e attualmente rinominata via Filippo Sciarra, ovvero il lotto 9 complesso Ater (ex Iacp), sono esasperati dalle condizioni in cui continuano a vivere, nonostante le numerose segnalazioni all’Ater e al Comune di Formia.

“Più volte – scrivono in una nota -, abbiamo scritto Pec, correlate di opportuno materiale fotografico, per sollecitare i due enti al loro intervento al fine di risolvere alcune criticità, che rischiano di mettere in serio pericolo l’incolumità di cose e persone”.

I residenti del quartiere, nonché regolari conduttori dei 4 fabbricati costruiti circa 35 anni fa, denunciano: “Lo stato d’incuria in cui versa il parco su cui le case insistono, in particolare quello prospiciente le scale C e D.

La segnalazione riguarda soprattutto l’erba alta nelle aree verdi, intorno alle case popolari, l’erbaccia ha superato le macchine e sotto si nascondono ratti e insetti di ogni tipo.

Altra situazione particolare e pericolosa è la presenza di un albero sull’incrocio che divide i due fabbricati costituenti le quattro scale, che determina gravi ed inaccettabili limitazioni alla libertà di circolazione e continui pericoli di danno a carico di utenti e di veicoli, soprattutto quelli più grandi, adibiti al trasporto di materiale necessario, come ossigeno e pannoloni, a condomini gravemente disabili, nonché ai mezzi di soccorso loro adibiti.

Inoltre uscendo fuori dal parco e percorrendo la strada, auto e persone rischiano visto che il manto stradale è completamente sollevato e a tratti forma dei pericolosi avvallamenti.

Nella zona, dove doveva sorgere un campetto di golf, calcio ecc, non esiste pulizia: canne alte ed erbacce. E proprio lì, in occasione della festa dell’albero l’ex Amministrazione Comunale, ha piantato alcuni alberelli, a questo punto anche loro abbandonati”.

I residenti arrabbiati nel vedere come il quartiere abbandonato e soggetto a “pseudo ispezioni” che promettono attenzione e soluzioni, più o meno brevi, ma mai visibili, si dicono: “Pronti, visto le mancate risposte, a capire se esistono altre vie da intraprendere per risolvere la situazione descritta”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Formia
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Formia

Più informazioni su