Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Roma, nuova ordinanza anti-movida: stop alla vendita dell’alcol in vetro dopo 20

Il provvedimento sarà in vigore fino al 15 settembre 2021. La sindaca Raggi: "Così fermiamo la movida selvaggia"

Roma – E’ stata firmata la nuova ordinanza antialcol e divieto di asporto e circolazione di bevande in vetro in vigore fino al 15 settembre 2021.

Il provvedimento ha una duplice finalità: da una parte contrastare il fenomeno della movida “selvaggia” che coinvolge diverse aree del territorio, soprattutto quelle del Centro Storico e, nello stesso tempo, proseguire l’azione di contrasto alla diffusione dei contagi evitando il moltiplicarsi di assembramenti e di reazioni ingiustificate ai controlli delle forze dell’ordine.

Il divieto di vendita di alcolici da parte degli esercizi di vicinato e nei distributori automatici è stato anticipato alle ore 18 fino alle 7 del giorno successivo. Dallo stesso orario pomeridiano non si potranno consumare nelle strade pubbliche o aperte al pubblico transito e nelle aree verdi non recintate bevande alcoliche e superalcoliche in contenitori di vetro.

Mentre dalle ore 20 e fino alle 7 del giorno successivo è vietato l’asporto di bevande alcoliche e superalcoliche in contenitori di vetro presso le attività di somministrazione di alimenti e bevande.

I divieti hanno durata fino al 15 settembre 2021, fatte salve le diverse disposizioni adottate dalla Prefettura in occasione di “UEFA 2020”, nonché possibili successive reiterazioni e/o modifiche in conseguenza dell’evolvere della situazione epidemiologica.

“Si sono verificati diversi episodi vergognosi di movida selvaggia”, racconta Virginia Raggi, sindaca di Roma. “Abbiamo ascoltato le esigenze dei comitati dei cittadini e quelle dei commercianti, facendo il punto della situazione con il Prefetto. Con questo provvedimento aggiungiamo un tassello per arginare il fenomeno e garantire maggiore sicurezza per i cittadini, soprattutto ora che le norme nazionali contro il coronavirus iniziano a farsi meno stringenti. Dobbiamo continuare a mantenere alta la guardia per la tutela di tutti”.

Non dobbiamo pensare che il pericolo del contagio sia scampato ma, nello stesso tempo, Roma ha bisogno di tornare alla normalità per garantire il sostegno e il rilancio delle attività produttive e turistiche – aggiunge l’assessore allo Sviluppo Economico e Lavoro Andrea Coia -. Per questo abbiamo raccolto le istanze che arrivano da più parti per dare un segnale netto al contrasto di fenomeni che mettono in pericolo i cittadini e gli operatori nelle zone più frequentate dai giovani. La nuova ordinanza che abbiamo predisposto vuole essere un giusto compromesso per vivere la città in modo più sicuro“.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Roma Città Metropolitana
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram sulle notizie dall’Italia e dal mondo