Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Sorpresa a Fiumicino: l’inno di Mameli saluta gli atleti azzurri in partenza per Tokyo foto

Al gate d'imbarco selfie e foto, poi tutti a bordo sul volo Covid-tested di Alitalia: gli Azzurri partono per Tokyo con un solo obiettivo: rendere l'Italia orgogliosa

Più informazioni su

Fiumicino – “Siam pronti alla morte l’Italia chiamò. Sì!“. Gli atleti azzurri volano verso le Olimpiadi di Tokyo e a salutarli, all’aeroporto di Fiumicino, ci sono le note dell’Inno di Mameli. A imbarcarsi sul volo Covid-tested di Alitalia gli atleti della Federnuoto, della Vela e del Canottaggio: campioni che proprio sul litorale laziale si sono preparati in questi mesi all’appuntamento con i Giochi, rimandati di un anno a causa dell’emergenza coronavirus.

atleti azzurri olimpiadi tokyo 2020 aeroporto

Tra loro anche Gabriele Detti e Mattia Camboni, che proprio sul litorale romano si sono allenati in vista delle gare che, causa Covid, saranno senza pubblico. L’arrivo è previsto per le 13.30 di martedì 13 luglio. All’imbarco del gate una piccola cerimonia, alla presenza del direttore generale di Alitalia e dei rappresentanti di AdR, prima di salire sull’aereo. L’emozione e la trepidazione tra gli atleti è tanta. Nessuno fa pronostici: “Daremo il massimo” dicono all’unisono. Qualche altro passeggero in attesa del volo chiede una foto o un selfie. Nessuno degli Azzurri si sottrae, ma il tempo è poco, il volo sta per partire. Tutti a bordo, si parte! “Continuate a farci sognare!” il grido-saluto in extremis di un passeggero.

Viaggio in sicurezza

Alitalia accompagnerà in Giappone in tutto circa 800 persone, tra atleti e accompagnatori, inaugurando l’aeroporto cittadino di Haneda, più centrale e più comodo per raggiungere la capitale giapponese ed il Villaggio Olimpico. A bordo di Alitalia saranno trasportate anche tutte le attrezzature sportive al seguito degli atleti, utilizzando i collegamenti cargo Alitalia che già stanno operando con una frequenza di tre voli a settimana.

Questo importante accordo conferma lo storico legame tra Alitalia e il mondo dello sport, in particolare con le manifestazioni olimpiche, e ne è testimonianza storica anche il primo collegamento con il Giappone effettuato nel 1962, data simbolo di un anello di congiunzione tra le Olimpiadi di Roma del 1960 e quelle di Tokyo del 1964.

“Il mondo dello sport è uno dei segmenti fondamentali per Alitalia e siamo particolarmente orgogliosi di essere al fianco dell’Italia Team e del Coni in questi Giochi che arrivano nel 2021 con un anno di ritardo rispetto alla cadenza abituale, e perciò ancora più attesi da tutti gli appassionati, anche come simbolo di ripartenza dopo il periodo pandemico – dichiara Giancarlo Zeni, direttore generale di Alitalia –. Siamo certi che sapranno rappresentare i colori italiani con la proverbiale passione che ci caratterizza. Questa rinnovata collaborazione con il CONI ci permette infatti di sostenere valori come la determinazione, la solidarietà, il sacrificio, che caratterizzano lo spirito olimpico ma che sono parte integrante della cultura e della tradizione dell’Italia e di Alitalia”.

“Sono particolarmente orgoglioso di annunciare che l’Italia Team volerà a Tokyo con Alitalia – ha dichiarato Giovanni Malagò, presidente del Coni –. Alitalia è un simbolo del nostro Paese e noi non potevamo non viaggiare con la compagnia aerea che più ci rappresenta. Sono sicuro che le nostre atlete e i nostri atleti si sentiranno a loro agio durante le lunghe ore di viaggio perché avranno la possibilità di volare in un ambiente familiare, caratterizzato dalle eccellenze italiane e dai colori della nostra bandiera. Grazie Alitalia per aver ripreso i voli verso il Giappone nel momento più importante del percorso azzurro verso i Giochi Olimpici”.

(Il Faro online)

Più informazioni su