Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Azione Fiumicino: “Serve un intervento di risanamento delle concessioni demaniali e regionali”

Concessioni scadute, documentazioni di legittimità, sentenze del Tar e ordinanze di sgombero: "un ginepraio che va risanato".

Fiumicino – “Nel nostro Comune costiero sono presenti molti immobili e terreni appartenenti al Demanio Marittimo, ma anche all’ex Pio Istituto Santo Spirito (Regione Lazio). Gli affittuari d’immobili e terreni vivono una controversia da molti anni perché pur avendo il diritto di prelazione potendo diventare proprietari, si vedono aumentare gli affitti al punto tale di trovarsi in difficoltà. Probabilmente altri sono i progetti della Regione in merito a queste proprietà ma la diatriba dura da diversi anni”.

Lo afferma in un comunicato Massimiliano Catini di Azione Fiumicino, che prosegue: “Intanto i nostri agricoltori perderanno i contributi previsti dalla legge che sono determinanti per la sopravvivenza delle aziende agricole.

Molti immobili del Demanio sono stati costruiti negli anni ’60 e non avevano bisogno di concessione edilizia. Queste Concessioni considerate scadute hanno portato l’Amministrazione di Fiumicino, grazie all’ultima finanziaria, a chiedere a diversi concessionari la documentazione di legittimità in merito ai loro titoli per continuare ad usufruire degli immobili.

La richiesta è discutibile visto che gli affittuari si trovano a vivere in questi spazi da molti anni e in modo ambiguo (considerate le scadenze), infatti chiedono da sempre chiarezza alla Regione che dovrebbe intervenire in merito ma non lo ha fatto ancora. Il Comune di Fiumicino per regolarizzare le situazioni ha iniziato a richiedere alcune certificazioni.

Ci sono state sentenze del Tar del Lazio che hanno complicato il rinnovo delle concessioni. La responsabilità di tutto questo ricade anche sull’Amministrazione comunale di Fiumicino perché intervenendo con ordinanze di sgombero ha complicato le procedure di rinnovo delle concessioni.

Mi domando se non sarebbe opportuno un intervento di risanamento di tutte queste situazioni da parte della Regione e dell’Amministrazione comunale, che invece di fare continui annunci dovrebbero intervenire per risolvere una volta per tutte questi annosi problemi”.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fiumicino 
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Fiumicino