Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Anzio, agente della Municipale aggredita, la Cisl: “Il Comune si costituisca parte civile”

La donna sarebbe stata colpita al volto mentre svolgeva le sue funzioni di regolamentazione del traffico

Anzio – Una donna della Polizia locale di Anzio è stata aggredita ieri in quanto “colpevole” di voler far rispettare le regole e le norme del Codice della Strada ad un conducente.

“L’agente della Polizia Locale – spiega in una nota il responsabile del dipartimento Funzioni locali della Cisl Fp di Roma Capitale, Michele Marrocco – solo per non aver fatto passare un autocarro che trasportava generi alimentari in una strada chiusa a causa di un intervento dei Vigili del Fuoco per il cedimento di un cornicione di un condominio che si affacciava sul Porto di Anzio, avrebbe purtroppo subito un’aggressione da parte del conducente che l’avrebbe colpita al volto dopo aver cercato di spostare la transenna con il proprio veicolo.

La donna sarebbe stata poi refertata al pronto soccorso con tre giorni di prognosi. L’uomo poi sarebbe stato denunciato dalla stessa Polizia Locale di Anzio.

Un’incomprensibile aggressività generata dal non voler rispettare quelle regole del vivere civile che la Polizia Locale cerca di far applicare su tutto il territorio nazionale insieme alle altre forze di Polizia ad ordinamento statale. Il comportamento non legittimo legato addirittura alla violenza, il mancato rispetto delle norme, soprattutto nei confronti delle donne e degli uomini che indossano una divisa, che rappresentano lo Stato ed hanno il compito di far osservare le leggi, non può essere in alcun modo più tollerato e più accettato”.

In relazione all’impegno svolto dal personale della Municipale Marrocco ricorda: “Nessuno potrà mai dimenticare l’encomiabile lavoro in questi anni di pandemia svolto dalle donne e dagli uomini della Polizia Locale, per i controlli svolti sull’intero territorio nazionale al fine di limitare il contagio da Covid-19 ed in particolare sul Comune di Anzio da parte degli agenti ed ufficiali che hanno visto tra le loro fila colleghi anche colpiti dal virus nell’espletamento del loro dovere”.

Ma tornando all’episodio di ieri il responsabile del dipartimento Funzioni locali della Cisl Fp di Roma Capitale rivolge un’istanza al primo cittadino di Anzio: “Chiediamo al Sindaco di costituirsi parte civile nell’eventuale processo nei confronti di chi si sarebbe reso colpevole di questi atti, per dare un giusto segnale di legittimità e di osservanza delle regole della comunità, e di mettere in campo tutte le iniziative adeguate a far sì che gli appartenenti alla Polizia Locale di Anzio possano lavorare in sicurezza esercitando le loro funzioni per il rispetto delle norme che tutti, nessuno escluso, dovrebbero rispettare, con l’auspicio che al più presto gli appartenenti alla Polizia Locale possano essere equiparati ai fini assistenziali, previdenziali e fiscali alle forze di polizia ad ordinamento statale, con l’approvazione di una nuova Legge Quadro oramai divenuta improcrastinabile.

Esprimo a nome della CISL FP di Roma Capitale e Rieti la piena solidarietà alla collega ed a tutto il Comando della Polizia Locale di Anzio con l’auspicio che l’organico possa al più presto essere implementato e portato ad un numero adeguato alle normative vigenti regionali”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Anzio
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Anzio