Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

5000 metri, Battocletti in finale olimpica con il primato italiano: “Mi sentivo carica”

21 anni e un talento straordinario. Record italiano sotto i 15 minuti, la finale lunedì alle 14,40.

Tokyo – Straordinaria, magica Nadia Battocletti a Tokyo 2020. Una personalità da grande, un talento maestoso, a soli 21 anni. La mezzofondista trentina si qualifica per la finale olimpica dei 5000 metri a Tokyo, fianco a fianco con le migliori al mondo, firmando il primato personale di 14:55.83, che è anche la cifra della migliore prestazione italiana U23 e il suo secondo blitz sotto i quindici minuti dopo il 14:58.73 di Nizza nel mese di giugno.

Con una prova di estrema maturità e carattere, dosa alla perfezione le energie, sfodera un ultimo giro sopraffino e coglie il terzo posto in batteria (e quindi la qualificazione diretta), alle spalle di due fuoriclasse della specialità come l’etiope Gudaf Tsegay (14:55.74) e della keniana Hellen Obiri (14:55.77). Già dopo la prima batteria (con dieci atlete sotto i 15 minuti) c’era la certezza di dover correre forte, fortissimo, nella seconda. Così è stato. Svetta Sifan Hassan (Olanda) con il suo 14:47.89. Undicesimo tempo complessivo per Nadia, un palmares giovanile incredibile, con due ori europei U20 nel cross e il fresco titolo europeo U23 nei 5000 a Tallinn. Ma da stasera, dalla serata giapponese, si sbarca definitivamente nel mondo dell’atletica che conta. E lunedì alle 14.40 italiane, in finale, c’è soltanto da divertirsi. (fidal.it)

“Sono davvero molto felice – ha detto l’azzurra ai microfoni di Raisport –  Il parterre iniziale era tosto, ho lavorato sul finale e sul ritmo, ringrazio i miei genitori senza di loro non sarei qui. Sapevo che avendo visto i risultati in call room non avrebbero fatto una gara sul ritmo, fino al 3000 non hanno strappato, lo hanno fatto nel 500. Piano piano mi sono caricata, mi sentivo pronta per mettere tutte le energie. Prima Olimpiade e prima tra i grandi, i più forti sono qui, mi sono caricata e mi sono detta o la va o la spacca”.

(foto@Colombo/Fidal)

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport