Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Emergenza rifiuti a Latina e provincia, Raggi: “Colpa della Regione”. Valeriani sbotta

Nuovo botta e risposta tra Campidoglio e Pisana sui rifiuti. La Sindaca: "E' facile dire tutta colpa della Raggi". Valeriani: "Ammette che Zingaretti ha ragione"

Roma – Dopo le polemiche dei giorni scorsi, la Raggi continua a criticare la gestione del ciclo dei rifiuti da parte della Regione Lazio, questa volta con un post sui suoi canali social. “Guardate queste immagini: sacchetti di rifiuti lasciati a terra perché i cassonetti sono pieni. La spazzatura invade le strade. Siamo in provincia di Latina! Anche i cittadini della provincia di Latina, sfortunatamente stanno provando sulla propria pelle l’inefficienza amministrativa della Regione Lazio e di Zingaretti”, scrive la Sindaca.

“Pubblico queste fotografie perché voglio che sia chiaro che il problema dei rifiuti a Roma, come in tutto il Lazio, è causato esclusivamente dall’incapacità della Regione Lazio. Il Lazio è il fanalino di coda in Italia. Dopo l’arresto, pochi mesi fa, della dirigente della Regione Lazio che gestiva il ciclo dei rifiuti del Lazio, stanno venendo allo scoperto tutte le crepe di un sistema regionale che non funziona – aggiunge -. Le responsabilità politiche sono chiare: la Regione Lazio non sa gestire il ciclo dei rifiuti. Per anni ha provato a scaricare i suoi ritardi sui romani”.

“Negli anni lo hanno reso esplicito le sentenze del Tar che hanno condannato più volte la Regione Lazio al punto che la stessa Regione Lazio è stata commissariata proprio in provincia di Latina per l’evidente incapacità amministrativa. Anche l’Unione Europea ha richiamato Zingaretti”, rimarca. Poi la stoccata allo sfidante per la poltrona di Sindaco di Roma: “Chissà se Gualtieri ieri al Circeo ha visto lungo la strada quei cumuli di rifiuti causati dalla Regione Lazio o ha fatto finta di non guardare”. “Questi sono i fatti ma è più semplice dire #TuttaColpaDellaRaggi”, conclude.

Immediata la replica dalla Pisana, affidata alle parole di Massimiliano Valeriani, assessore al Ciclo dei Rifiuti della Regione Lazio, che afferma: “Ancora una volta la sindaca Raggi dice bugie ai cittadini: il problema della Provincia di Latina è causato dal fermo di un impianto per una manutenzione straordinaria non prevista, quindi impossibile da imputare alla Regione Lazio. L’unica nota positiva della sua improvvida dichiarazione è che finalmente sembra che la Raggi abbia capito gli effetti disastrosi prodotti nella Regione dalla sua gestione dei rifiuti”.

“Insomma conferma quanto Il Presidente Zingaretti denuncia da tempo. Infatti, a causa delle sue scelte le altre province del Lazio sono in sofferenza semplicemente perché i rifiuti della capitale, in assenza di un impianto romano, stanno riempiendo da mesi gli impianti del Lazio”, aggiunge.

“Quindi, la Raggi non è solo responsabile della mondezza nelle strade di Roma ma anche delle difficoltà che stanno vivendo le altre province per aver scelto responsabilmente di aiutare la capitale nell’emergenza rifiuti causata dalla scellerata gestione Raggi. Fortunatamente la Raggi è ai titoli di coda e tra 60 giorni non sarà più sindaco e ci sarà qualcun altro a rimediare ai tanti problemi che lei ha prodotto nella capitale”, conclude Valeriani.

(Il Faro online)