Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Roma, lite al bar… spuntano le pistole: paura in via Torrevecchia

Un 29enne e un 37enne romani, sono stati arrestati per porto abusivo di armi

Più informazioni su

Roma – La segnalazione alla sala operativa della Questura di Roma riferiva di una lite presso un bar di via di Torrevecchia.

Il personale della Polizia di Stato della sezione volanti e del commissariato di zona, giunto sul posto, non trovando nessuno, ha avviato immediatamente le indagini in quanto, ascoltati alcuni testimoni presenti al momento della lite, è emerso che i 2 contendenti coinvolti erano 2 persone note alle forze dell’ordine.

Così, al fine di verificare se la violenta lite fosse realmente sedata, gli agenti hanno attivato controlli a tappeto nella zona.

Dopo poco tempo, una delle due persone coinvolte è stata notata dagli agenti salire sul sedile posteriore di un’autovettura a bordo della quale vi erano già 3 persone.

Mentre la macchina ripartiva, seguita a distanza da una pattuglia della Polizia di Stato, se ne avvicinavano immediatamente altre per consentire un controllo in sicurezza della persone a bordo.

Il fiuto dei poliziotti ha permesso così di rinvenire, in possesso a 2 di loro, e successivamente sequestrare, 2 pistole, di cui una con matricola abrasa e 2 caricatori con complessivi 17 colpi.

La pistola con la matricola leggibile è risultata anch’essa clandestina, in quanto non censita nella banca dati delle forze dell’ordine.

Al termine delle indagini, un 29enne e un 37enne romani, sono stati arrestati per porto abusivo di armi e condotti presso la casa circondariale di Viterbo.

Inoltre il conducente dell’autovettura è stato denunciato poiché sprovvisto della patente di guida.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove si formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Roma Città Metropolitana
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram sulle notizie dall’Italia e dal mondo

Più informazioni su