Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Il Consiglio regionale del Lazio approva il collegato alla legge di stabilità del 2021: ecco i temi

Vincenzi: "I lavori del Consiglio regionale sono andati avanti nonostante l'attacco hacker che ha colpito il sistema informatico"

Regione Lazio – Il Consiglio regionale del Lazio ha approvato il collegato alla legge di stabilità del 2021. Nella seduta di ieri, 04 agosto 2021m è stato approvato anche l’assestamento delle previsioni di bilancio 2021 – 2023

“Il collegato è un provvedimento importante, che vale circa 77 milioni di euro. I lavori del Consiglio regionale sono andati avanti nonostante l’attacco hacker che ha colpito il sistema informatico della Regione. Ringrazio le consigliere e i consiglieri di maggioranza e opposizione che in questi giorni hanno lavorato senza sosta”. Così Marco Vincenzi, presidente del Consiglio regionale del Lazio.

Temi al centro del collegato alla legge di stabilità

– Politiche Giovanili: costituzione di un sistema di servizi e strutture per il mondo giovanile da realizzare attraverso un programma triennale che individua obiettivi, azioni comuni e organizzazione del sistema per il mondo giovanile.

– Contrasto alla violenza di genere: costituzione dell’albo regionale di enti e organizzazioni impegnati nel contrasto alla violenza di genere e nel sostegno ai percorsi di uscita dalla violenza

– Istituzione del premio giovanile “Willy Monteiro Duarte”: premio destinato, previo bando di concorso, agli studenti iscritti alle scuole secondarie di secondo grado, statali o paritarie, e alle strutture del sistema educativo regionale dell’istruzione e formazione professionale

– Giornata Regionale in memoria delle marocchinate: il 17 maggio di ogni anno, per ricordare i tragici episodi di violenza verificatisi in particolare delle province di Frosinone e Latina nella seconda guerra mondiale

– Tutela della salute: potenziamento dell’assistenza sanitaria con un finanziamento di 15 milioni di euro per la costituzione dell’Azienda ospedaliero – universitaria “Policlinico Tor Vergata”

– Fondo per lo sviluppo delle Smart Cities:  concessione di contributi in favore dei comuni, della Città Metropolitana di Roma e delle province per la realizzazione di studi e progetti strategici diretti a implementare modelli di smart cities

– Misure straordinarie per i lavoratori dell’indotto coinvolti dalla crisi aziendale di Alitalia: promozione di iniziative a sostegno del settore del trasporto aereo. Rifinanziamento del Fondo istituito con l.r. n. 31/2008, rinominato “Fondo in favore dei lavoratori e delle imprese del settore del trasporto aereo e del suo indotto”.

– Transizione Ecologica: la Regione promuove la creazione di gruppi di autoconsumatori di energia rinnovabile che agiscono collettivamente. Lo scopo è quello di massimizzare l’autoconsumo, l’immagazzinamento e lo scambio di energia rinnovabile.

– Riduzione dell’inquinamento atmosferico derivante dall’impiego di combustibili fossili: divieto di autorizzazione alla costruzione e all’esercizio di nuovi impianti di produzione di energia elettrica alimentati a combustibili fossili.

– Sospensione dei termini nei procedimenti amministrativi ed effetti degli atti amministrativi in scadenza gestiti dalla Regione: tenuto conto dell’attacco ai sistemi informatici della Regione, ai fini del computo dei termini ordinatori o perentori, propedeutici, endoprocedimentali, finali ed esecutivi, relativi allo svolgimento di procedimenti amministrativi di competenza della Regione, su istanza di parte o d’ufficio, pendenti alla data del 1 agosto 2021 o iniziati successivamente a questa data, non si tiene conto del periodo compreso tra la medesima data e quella del 1 ottobre 2021.

Corrado: “Spinta verso il futuro con il rilancio del turismo e le smart city”

“Il Lazio fa un grande passo avanti verso il futuro. Grazie all’approvazione nel Collegato al Bilancio di quattro articoli da me fortemente voluti la nostra Regione avvia un importante percorso di innovazione, di supporto agli enti locali e di rilancio del turismo nei nostri territori“. Lo dichiara in una nota l’assessore al Turismo, Enti locali, Sicurezza urbana, Polizia locale e Semplificazione amministrativa, Valentina Corrado.

I comuni devono essere il fulcro dell’innovazione green e tecnologica. Da questa consapevolezza nasce l’istituzione di un fondo per lo sviluppo delle cosiddette smart cities, le aree urbane in cui, grazie all’utilizzo delle tecnologie digitali e dell’innovazione tecnologica, si migliorano i servizi, la mobilità, la sicurezza, la sanità e la gestione di acqua e rifiuti. Aiutiamo i nostri enti locali in questa trasformazione anche attraverso il coinvolgimento delle nostre imprese, PMI e start up, e delle università mettendole in rete insieme ai comuni per lo sviluppo di progetti pilota e sperimentali.

In questi mesi ho incontrato i nostri Sindaci e ascoltato le difficoltà che quotidianamente affrontano per la manutenzione di servizi essenziali per la collettività. La risposta concreta volta a garantire il diritto alla mobilità di tutti i cittadini, ad assicurare standard più alti di sicurezza, sanità ed igiene pubblica territoriale arriva con l’istituzione di un Fondo per la manutenzione degli ascensori e dei servizi igienici pubblici rivolto ai comuni fino a 20 mila abitanti che difficilmente riescono a garantire con risorse ordinarie di bilancio. Significa offrire servizi essenziali migliori ai cittadini residenti, agli anziani e ai disabili, e anche ai turisti che visitano i centri storici dei nostri comuni.

Il supporto agli amministratori arriva anche attraverso il contributo che garantiamo per il 50% della spesa totale sostenuta dagli enti locali interessati dal mantenimento degli uffici del giudice di pace al fine di garantire un più agevole accesso al sistema giustizia e quindi assicurare una risposta più immediata e prossima al tessuto socio-culturale ed economico dei territori.

Anche per quanto riguarda il settore turistico, asset economico fondamentale per la nostra Regione, nel Collegato facciamo un salto in avanti nel rilancio avviato in questi mesi, tenendo conto delle richieste che sono arrivate dalle imprese e dagli operatori turistici. Investiamo in una strategia che si articola su più fronti e che rafforza la collaborazione con Convention Bureau Roma e Lazio. Serve un supporto incisivo all’offerta congressuale, fieristica e ad alto impatto economico sul territorio, molto diffusa nel Lazio e in sofferenza per lo stop delle attività a causa della pandemia”.

“Vogliamo innalzare gli standard di qualità delle destinazioni, facilitare l’incontro con la nuova domanda – conclude Corrado – anche attraverso il dialogo fra gli attori pubblici e privati e promuovere sul mercato della Business Travel e Meeting Industry la destinazione e l’offerta di spazi e servizi presenti sul territorio regionale. Mettiamo in campo risorse e rafforziamo la strategia e la programmazione per la gestione degli investimenti pubblici degli enti locali per migliorare sempre di più la qualità della vita nella nostra Regione e per renderla più attrattiva dal punto di vista turistico”.

FdI: “Voto contrario. I contributi a pioggia non incideranno”

“Anche quest’anno la maggioranza Zingaretti ha presentato un Collegato di Bilancio che si contraddistingue per ridondanza legislativa e spese sbagliate. Una pioggia di contributi risibili che non incideranno sulle criticità, concessi solo a fini propagandistici con l’avallo degli ex moralizzatori M5Stelle. Fdi ha votato contro questo provvedimento, che spazia su tutti gli argomenti di competenza Regionale, reso peggiore dalla chiusura della Giunta che ha bocciato o accolto, ma riformulandoli al ribasso, molti emendamenti migliorativi da noi proposti: dall’economia al sociale, dall’occupazione e imprenditoria ai giovani, dall’innovazione al turismo, all’ambiente. Tante ma, singolarmente insufficienti, le poste di Bilancio messe su questioni che sarebbero invece di competenza della legge di Stabilità”. Così in un comunicato i consiglieri regionali del Lazio di Fdi.

“Ne risulta un Collegato insoddisfacente, – proseguono i Consiglieri –  in cui spiccano svariati ‘omaggi’ a favore di amici degli amici che smentiscono i propositi di oculatezza millantati da Zingaretti. Non una voce per Roma Capitale che sta pagando duramente la rissa Grillini-Democratici sull’elezione del sindaco capitolino. Vuoto totale anche sulla semplificazione: non c’è una norma che faciliti e sveltisca le procedure, almeno per eventuali nuovi impianti di trattamento rifiuti. Nulla di nulla per il salvataggio di Alitalia e di tutto il contesto lavorativo legato all’aeroporto di Fiumicino. E’ inammissibile, inoltre, che nel Collegato di Bilancio si trovino disposizioni su temi già discussi di recente in Consiglio Regionale come in materia Urbanistica, quando da poco è stato approvato un Piano Paesistico Territoriale che sta avendo effetti devastanti sul comparto costruzioni edilizie e sul settore agricoltura e relativi indotto, con pesanti conseguenze sull’economia del Lazio”.

De Vito (M5S): “Non sono stati affrontati temi fondamentali”

“Ho espresso il mio voto contrario alla legge concernente le ‘Disposizioni collegate alla Legge di stabilità regionale 2021 e modificazioni di leggi regionali’. Una legge prettamente politica che comunque non ha affrontato temi fondamentali come la semplificazione o dato un reale sostegno al turismo. Tanto meno considero logica la partecipazione alle Fondazioni, sulle quali il Movimento 5 Stelle ha sempre avuto una visione contraria”. Così la consigliera in Regione Lazio per il M5S, Francesca De Vito.

“Quest’anno, almeno, non devo assistere a banali stratagemmi per evitare di votare contro il collegato della Giunta Zingaretti da parte di colleghi del Movimento – continua De Vito – appare chiaro dove volevano arrivare, sedendo tra gli scranni riservati agli assessori senza avere ricevuto, per questo, l’avallo dagli iscritti al M5S. I continui emendamenti, poi, presentati dalla Giunta nel corso della seduta, consentiti ma non giustificabili, potevano essere tranquillamente elaborati prima della presentazione dell’atto e non all’ultimo tuffo sul filo di lana”.

“Per di più ho dovuto assistere a voti contrari dei consiglieri 5 stelle ad emendamenti di colleghi dello stesso gruppo e purtroppo, anche ad uno squallido voto di “simpatia” piuttosto che per una proposta presentata. E’ stato, infatti, respinto un mio emendamento, bocciato con parere contrario della Giunta, subito dopo presentato dal vicepresidente del consiglio, e giudicato con voto favorevole. Una vera barzelletta. Per questo e tanto altro – conclude la consigliera – il mio voto al collegato non poteva che essere contrario”.

M5S LAZIO: “Risposte concrete per sostenibilità, semplificazione e rilancio economico”

” Con i nostri emendamenti che vanno ad incidere sul settore agrario, sulle energie rinnovabili, sulla tutela dell’ambiente, nel campo sociale, abbiamo inteso dare risposte concrete ai territori affinché la nostra regione faccia qual salto di qualità che la proietti verso una direzione di sostenibilità e rilancio economico”. Così in una nota il Gruppo M5S alla Regione Lazio.

“Numerose le nostre proposte che l’Aula ha accolto favorevolmente. La tutela dell’ambiente è un nostro caposaldo – continuano i pentastellati – stop alle fonti fossili con il divieto di autorizzare la realizzazione grandi impianti, democrazia energetica con incentivi alla creazione di Comunità Energetiche, diffusione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili, contrasto alle derivazioni abusive di acque pubbliche da pozzi privati, finanziamenti alle province e alla città metropolitana di Roma Capitale per studi e ricerche per verificare che i siti per lo smaltimento dei rifiuti siano effettivamente idonei. Introdotto inoltre il divieto di sorvolo di velivoli privati e droni incontrollati nelle aree che costituiscono significativi habitat per gli uccelli acquatici, e garantita la tutela delle le risorse genetiche del territorio, della qualità e l’originalità della produzione agricola, per salvaguardare la salute e le eccellenze agroalimentari della nostra regione. E’ stata inoltre riportata in capo alla Regione Lazio la competenza relativa agli accertamenti e alla vigilanza di compatibilità paesaggistica qualora il procedimento riguardi presunte violazioni commesse da parte dei Comuni e le procedure di nomina, gestione e remunerazione delle Commissioni agrarie”.

La salute e la sicurezza dei cittadini al primo posto: in quest’ottica rientra l’emendamento per poter effettuare indagini epidemiologiche in via preliminare anche nelle aree che non sono considerate a rischio ambientale, ma per le quali è in corso l’iter per tale riconoscimento. Abbiamo inserito interventi mirati per la tutela e valorizzazione dei piccoli comuni con un occhio anche alla digitalizzazione dei servizi, come il fondo per le smart cities e quello per la manutenzione degli ascensori e dei servizi igienici pubblici rivolto ai centri fino a 20 mila abitanti, nonché il contributo al 50% della spesa totale sostenuta dagli enti locali per il mantenimento degli uffici del Giudice di Pace. E poi ancora: innovazione tecnologica, omogeneità nei criteri di valutazione nei concorsi indetti dalle Aziende e dagli Enti del sistema sanitario del Lazio, evitando così una disparità di trattamento tra candidati, indennizzi ai proprietari e conduttori terrieri per il passaggio dei cacciatori sui loro terreni, possibilità di effettuare il Servizio Civile al NUE, continuità di azione per i direttori degli Enti Parco, la cui carica durerà cinque anni e non sarà più rinnovata ad ogni cambio di Giunta, e per il difensore Civico che potrà essere rieletto per un’ulteriore volta al termine del proprio mandato, dando continuità alla propria missione di difesa dei cittadini da eventuali abusi o disfunzioni della pubblica amministrazione regionale”.

“Quello che abbiamo ottenuto è un grande risultato – afferma il capogruppo Loreto Marcelli – frutto del lavoro congiunto e della ferma volontà di creare un nuovo modello amministrativo per la nostra Regione, basato su concretezza e misure incisive che intervengono in settori strategici. L’Aula Consiliare ha risposto positivamente e soprattutto con un’ampia discussione che, questa volta, non ha visto calare dall’alto un maxi-emendamento, ma un dibattito ricco e partecipato”.

Novelli (M5S): “Si guarda all’ambiente ed alla semplificazione normativa”

“Sono particolarmente soddisfatto del risultato ottenuto in seguito all’approvazione del Collegato di Bilancio della Regione Lazio. Un lavoro frutto anche di alcuni emendamenti che ho presentato all’attenzione del Consiglio Regionale, in particolare in merito al controllo sugli OGM, alla semplificazione agricola ed alla regolamentazione del settore estrattivo”. Lo dichiara Valerio Novelli, Presidente della Commissione Agricoltura e Ambiente della Regione Lazio.

“Per quanto concerne gli OGM, grazie ad un mio emendamento che è stato approvato – prosegue Novelli- saranno previsti programmi pluriennali di vigilanza e controllo da parte del servizio fito-sanitario in collaborazione con l’Arsial (Agenzia Regionale Sviluppo in Agricoltura). Una novità importante per rendere ancora più stringenti i controlli nella lotta agli organismi geneticamente modificati e per la valorizzazione delle produzioni biologiche”.

“Dopo l’istituzione nello scorso collegato dell’ufficio unico per le autorizzazioni in agricoltura- continua il Presidente- con questi emendamenti miglioriamo notevolmente la normativa, rendendo di fatto più snello il rapporto tra gli agricoltori e gli enti pubblici”.

“Un altro settore dove sono intervenuto è quello estrattivo che, come noto, rappresenta il 5% del Pil della Regione Lazio. Gli emendamenti che ho presentato, ma che ho ritirato, sono serviti da stimolo e da pungolo all’Assessorato alle Attività Produttive per un lavoro più complessivo sulla riforma del settore ed in particolare della legge 17/2004 che regolamenta, appunto, le attività estrattive. Un compito che mi vedrà a lavoro sin da subito in Commissione Attività Produttive, di cui sono membro, nel solco della transizione ecologica con il giusto connubio tra ambiente e sviluppo economico”, conclude Novelli.
Il Faro online – Clicca qui per leggere le notizie della Regione Lazio