Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

L’oro olimpico costruito a Ostia, Stano: “Ho dimostrato di essere il più forte”

L’azzurro ha vinto il titolo a Tokyo nella 20 km di marcia. Atleta delle Fiamme Oro, si allena a Castel Fusano

Ostia – Un successo costruito a Ostia e lungo le strade del X Municipio di Roma (leggi qui). Se a gioire ancora, a qualche giorno di distanza dall’oro e dal ritorno in Italia è Antonella Palmisano, anche Massimo Stano non può che fare come la sua compagna di squadra di Nazionale. L’azzurro ha aperto le danze olimpiche nella marcia della 20 km di Sapporo e a Tokyo 2020 è stato lui a precedere Antonella sul primo gradino del podio (leggi qui).

(foto@Colombo/Fidal)

Un successo meritato e conquistato con grande sacrificio. Atleta delle Fiamme Oro di Padova e allievo del Parcy Team delle Fiamme Gialle, del coach Patrizio Parcesepe. Una collaborazione fruttuosa per Stano, che oggi vanta un oro olimpico nella classe maschile dei 20 km di marcia. E’ stato festeggiato all’Aeroporto di Fiumicino l’azzurro e anche lui come gli atleti dell’Italia Team delle 40 medaglie ottenute ai Giochi del 2021, ha ricevuto applausi, acclamazioni e gli abbracci affettuosi della famiglia. Appena sbarcato dal volo di ritorno dal Giappone Massimo è stato accolto dalla moglie Fatima, che attendeva con la piccola Sophie (alla quale Stano ha dedicato la medaglia, leggi qui) in braccio il ritorno del marito campione olimpico.

Ha parlato poi alla stampa Massimo e ha raccontato di quelle emozioni che mai dimenticherà: “Negli ultimi due mesi, mi ripetevo di essere il più forte al mondo e di dover fare tutto il possibile per vincere l’oro olimpico. Durante la gara ho continuato a pensarlo e ad autoconvincermi di questo anche se la statistica diceva altro, ma la mia strategia mentale ha funzionato. Ora penso già a Parigi”.

(foto@Colombo/Fidal)

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport