Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

La Misericordia di Fiumicino ospita il presidente nazionale Domenico Giani fotogallery

Analizzato il grande lavoro svolto nei 2 anni di pandemia. Visita alle istituzioni.

Fiumicino – Quella di oggi, sabato 21 agosto, è stata una giornata importante per la Misericordia di Fiumicino. “Con molto orgoglio – racconta la governatrice Elisabetta Cortani – abbiamo ricevuto la visita del neo eletto presidente nazionale Domenico Giani“.

L’ex comandante della Gendarmeria Vaticana Domenico Giani, nominato con un plebiscito presidente delle Misericordie d’Italia, una realtà di 800 mila soci, centomila volontari, 800 sedi in Italia al servizio di chi soffre, aveva detto appena eletto: “Mi piacerebbe essere un presidente compagno di viaggio dei volontari, di chi cammina in questo servizio ai sofferenti”.

E il suo “viaggio” ha toccato anche Fiumicino, dove ha incontrato proprio i volontari, le istituzioni del territorio, e ha fatto visita alla diocesi di Porto di Santa Rufina alla presenza del “correttore di Misericordia” don Bernardo Acuna.

Giani si è intrattenuto a lungo, visionando tutto il lavoro svolto dai volontari negli ultimi due anni. Un lavoro incessante, spesso nascosto, eppure fondamentale per la comunità.

Ultimamente è salito alle cronache il camper dei vaccini che la Misericordia ha portato un po’ in tutte le località di Fiumicino somministrando ben 1880 vaccini J&J. Appena finito quell’impegno, subito un altro: il camper infatti si è spostato presso il Lunga sosta dell’aeroporto di Fiumicino coadiuvando le operazioni per chi si doveva fare il tampone.

Dal 9 agosto la campagna di screening per la prevenzione del cancro del colon retto e cervico vaginale, e prima ancora le migliaia di pacchi alimentari preparati dalla Misericordia Fiumicino per le famiglie in difficoltà.

Ma il periodo pandemico ha offerto molto altro: come la decisione di partire per Milano, per dare il cambio ai lavoratori delle ambulanze, esausti per la pressione esercitata dalla prima ondata di Covid.

“Sottolineo con orgoglio – afferma la governatrice Elisabetta Cortani – anche il lavoro svolto nell’ultimo anno con il nostro servizio di trasporto con ambulanza e assistenza ai malati, nonché di assistenza a domicilio. Un impegno quotidiano che impiega tante delle nostre energie e al quale non possiamo e non vogliamo sottrarci, nonostante la fatica”.

Come non ricordare poi il periodo natalizio, nel quale – nel gelo della notte – la solidarietà della Misericordia è arrivata ai senza tetto. E il grande Babbo Natale altro 3 metri che ha “abbracciato” i bambini di famiglie in difficoltà, guardando dall’alto della sua stazza la consegna di pacchi dono.

Due anni passati tra Covid, zona rossa, trasporto malati, formazione e assistenza, come l’impegno preso 7 giorni su 7, con un ritmo serrato, in pieno lockdown, per dare supporto a chi doveva fare i tamponi al Drive-In dell’Istituto Zooprofilattico.

Due anni in prima linea, un impegno riconosciuto più volte dal Comune di Fiumicino e dalla Regione Lazio. Mattoni con i quali si costruisce davvero la solidarietà.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fiumicino
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Fiumicino