Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Paralimpiadi Tokyo 2020, Bocciardo è oro nei 100 stile: “Se è un sogno, non svegliatemi”

Due ori in due giorni di gare per l’azzurro. Dopo il successo nei 200 canta ancora una volta l’inno di Mameli

Tokyo – La storia si ripete: Francesco Bocciardo pennella un altro capolavoro bissando il successo stavolta nei 100 stile libero. L’azzurro conquista la sua seconda medaglia d’oro in queste Paralimpiadi. Dopo l’oro di ieri nei 200 stile libero (leggi qui), questa mattina torna a far cantare a gran voce l’Inno di Mameli. Al passaggio dei 50 il genovese era alla quarta posizione, poi la magia, un recupero incredibile che lo ha portato metro dopo metro a toccare per primo la piastra (1’09”56). Alle sue spalle il cinese Wang (1’10”45) ed il brasiliano De Farias Dias (1’10”80).

“Ce l’abbiamo fatta. Oggi era ancora più difficile di ieri – dice il campione ai microfoni di RaiSport, – sapevo che dovevo sfruttare tutte le mie caratteristiche per combattere gli avversari che sono dei velocisti puri. Non ci credevo davvero, ma il mio allenatore, Puce, mi ha motivato dicendo di spingere negli ultimi 20 metri proprio mentre gli altri di sicuro avrebbero mollato. E così è stato. Mentre vedevo l’arrivo, non riuscivo a crederci, continuavo a sentire una vocina che mi diceva, ‘vai che ce la fai, forza’. Incredibile, questa la medaglia che non ti aspetti, è la medaglia del cuore. Ed in merito a questo non posso che ringraziare e dedicarla al mio allenatore Luca Puce, alla mia città Genova e alla mia famiglia”. (finp.it)

(foto@AugustoBizzi/Cip)

Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport