Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Multati sul viadotto di via dell’aeroporto, scoppia la rabbia (civile)

Il Comitato dei multati sul viadotto dell'aeroporto, si incontrerà il 5 settembre alle 10.30 a Villa Guglielmi per definire un'azione comune.

Fiumicino – La misura è colma. Tra mini verbali di 30 euro per chi sfiora i 50 km orari, maxi multe da 500 euro per chi li supera di oltre 40 km orari e una serie infinita di multe da 60 euro (solo il gruppo pubblico nato su facebook conta oltre 150 membri, facendo un conto di circa 10 verbali a testa con una media di 60 euro a multa sono circa 100.000 euro in meno di 2 mesi) la protesta passa dal passaparola all’azione.

D’altronde quel limite non ha alcun senso, se non quello di fare cassa. Se prima il divieto di andare oltre i 60 km orari aveva un senso perché il viadotto di immetteva direttamente in un incrocio, adesso – con i lavori della nuova maxi rotonda a svicolo multiplo – non avrebbe più ragione di esistere. Figuriamoci averlo abbassato a 50 km/h con l’autovelox pronto ad immortale chiunque distrattamente passi leggermente più “veloce” (peraltro per lo più cittadini del posto o lavoratori dell’aeroporto.

X Municipio, il caso autovelox su via Colombo

D’altronde non è l’unico caso. Stessa storia potremmo dire per il divieto a 50 km/h sulla via Cristoforo Colombo, che porta al mare. Una via ad alto scorrimento, costellata di semafori, per la quale si fa fatica a restare entro il limite imposto anche non toccando l’acceleratore; e – diciamolo – nemmeno le forze dell’ordine che lì si appostano per fare le multe rispettano quel limite, mai. Né prima né dopo aver messo l’autovelox.

L’incontro a Villa Guglielmi

Ma se nel X Municipio la protesta viaggia ancora sottotraccia, a Fiumicino i cittadini hanno deciso di alzare la voce. “Centinaia di automobilisti – spiegano gli organizzatori – si sono visti recapitare almeno 3 multe. È un problema sociale in quanto la strada viene percorsa soprattutto da chi va a lavorare, e il limite dopo una discesa a 50 km orari è quasi illegale. Perché dobbiamo essere sempre noi cittadini a pagare?”

E così il Comitato dei multati sul viadotto dell’aeroporto, nato spontaneamente, ha deciso di manifestare il 5 settembre alle 10.30 a Villa Guglielmi. Un primo incontro, per capire come agire. Sarà presente Carlo Spaziani, esperto di leggi e di tecnica, nonché ex ufficiale di Polizia Locale di Roma Capitale.

(Il Faro online)