Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Paralimpiadi di Tokyo, l’Italnuoto chiude la rassegna con 39 medaglie: è record storico

11 ori per la Nazionale azzurra. Vernole a Raisport: “Tutto molto bello. Ai ragazzi con disabilità: vi aspettiamo in piscina”

Tokyo – Con 11 ori 16 argenti 12 bronzi l’Italnuoto Paralimpica chiude a trentanove medaglie Tokyo 2020, su 107 gare in cui i nostri azzurri era iscritti, ed un eccezionale quinto posto nel Medagliere e quarto posto per numero di medaglie. Uno straordinario risultato frutto di un lavoro certosino, di professionisti sul campo e di atleti incredibili. Basti pensare solo che a Rio nel 2016 l’Italia si piazzò al tredicesimo posto con tredici medaglie. Di sicuro non un miracolo, ma una crescita incredibile ed uno studio assiduo e quotidiano verso una vetta così alta.

Al primo posto del Medagliere la Cina con 56 medaglie (19,19,18) seguita dalla RPC con 49 (17,14,18) e dagli Stati Uniti d’America con 35 medaglie (15,10,10).

Sesta medaglia per Stefano Raimondi, stavolta nei 200 misti SM10. Il ventitreenne del GS Fiamme Oro e del Verona Swimming Team già oro nei 100 rana SB9, argento nei 100 farfalla, 100 dorso, 4×100 stile maschile e bronzo nei 100 stile, oggi saluta la piscina del Sol Levante con un’altra medaglia individuale, prima della staffetta. La vittoria ed il record paralimpico va nelle mani dell’ucraino Krypak (2’05”68) ed il bronzo invece all’olandese Takken (2’11”39).

Dopo l’argento di Raimondi, quinta medaglia per Giulia Terzi (Fiamme Azzurre/Polha Varese). L’azzurra ha ottenuto il terzo posto nei 50 farfalla S7: 34.32 il suo tempo, 1.33 di ritardo dalla vincitrice della gara, la canadese Dorris, che con 32.00 stabilisce anche il nuovo record mondiale. L’argento va alla statunitese Weggemann (34.30).

La terza medaglia, per il nuoto, arriva grazie a Monica Boggioni (GS Fiamme Oro/Pavia nuoto), bronzo nei 200 misti SM5 con 3:39.50. Oro e argento alla Cina, con la Lu prima (3’20″53) e la Cheng seconda (3’20″80). Quarto posto per l’altra azzurra in gara, Giulia Ghiretti (3’40″88).

Ultima perla della giornata quello della staffetta 4×100 mista composta da Riccardo Menciotti, Stefano Raimondi, Simone Barlaam, Antonio Fantin e Federico Morlacchi(batteria al mattino). Gli azzurri chiudono in 4’11″20, alle spalle della RPC (4’06″59) e dell’Australia (4’07″70).

Nei 100 farfalla S8, sesto posto per Alberto Amodeo con il crono di 1’04″31. La gara è stata vinta dallo statunitense Griswold (1’02″03) davanti al cinese Yang (1’03″20) e all’ucraino Dubrov (1’03″23). Nei 200 stile libero S3, quinto tempo per Vincenzo Boni (3’32″40). Oro all’ucraino Ostapchenko (3’21″62), argento e bronzo ai messicani Lopez (3’23″57) e Hernandez (3’23″93). (finp.it)

(foto@Bizzi/Cip)

Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport