Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Fiumicino, dalla Lega una mozione per annullare le multe sul viadotto dell’Aeroporto

Poggio e D'Intino: "Chiediamo un impegno ufficiale del sindaco a valutare tutte le opzioni messe sul tavolo per aiutare i nostri concittadini". E il caso finisce in Parlamento

Fiumicino – Impegnare il sindaco e la giunta a “valutare, di concerto con la Comandante della Polizia Locale di Fiumicino e il Prefetto di Roma, tutte le misure previste dalla legge per annullare le multe causate all’improvviso abbassamento del limite sul viadotto dell’Aeroporto e venire così incontro ai tanti cittadini/lavoratori colpiti da questa problematica”.

Lo prevede una mozione della Lega-Salvini Premier di Fiumicino, a firma del vicepresidente del consiglio comunale Federica Poggio e del capogruppo Vincenzo D’Intino.

“L’improvviso abbassamento del limite di velocità da 60 a 50 chilometri orari, da parte di Anas, nel viadotto dell’Aeroporto di Fiumicino, ha sollevato numerose proteste da parte degli utenti, colpiti da una raffica di contravvenzioni – si legge nel documento protocollato oggi -. In assenza di un’adeguata e preventiva informazione del cambio improvviso di segnaletica e del conseguente adeguamento dell’autovelox, le contravvenzioni sono state indirizzate a tantissimi cittadini che da anni percorrono quotidianamente soprattutto per recarsi sul posto del lavoro la tratta in questione. A moltissimi utenti sono state comminate anche più multe insieme con un costo che va dai 30 euro in su, per chi ha appena sfiorato il limite, si tratta di un onere che rischia di impattare in maniera seria sulla vita dei cittadini, soprattutto in questo periodo di grave crisi economica e sociale”.

“Per questo tipo di situazioni – spiegano Poggio e D’Intino – ci sono delle clausole previste dalle leggi che aiutano chi per lo stesso motivo, in maniera inconsapevole, ha infranto il codice della strada. Soluzioni che abbiamo presentato al sindaco e che chiediamo vengano discusse con il Comandante della Polizia Locale di Fiumicino e con il Prefetto di Roma per capire se siano percorribili. La mozione serve proprio per chiedere al sindaco un impegno ufficiale a valutare tutte le soluzioni possibili a questa problematica”.

Nel frattempo il caso finisce in Parlamento. Come annunciato nei giorni scorsi (leggi qui), il senatore della Lega William De Vecchis presenta un’interrogazione parlamentare: “Riteniamo opportuno che si verifichi legittimità e correttezza del comportamento tenuto da Anas nel viadotto dell’Aeroporto di Fiumicino, che ha abbassato improvvisamente il limite di velocità da 60 a 50 km/h: è questa la richiesta della Lega al Ministro dei Trasporti”.

“Senza un’adeguata e preventiva informazione, questo cambio improvviso dell’autovelox ha causato un aumento di contravvenzioni a tantissimi cittadini. Si tratta di un onere che rischia di impattare in maniera seria sulla vita dei cittadini, soprattutto in questo periodo di grave crisi economica e sociale. La Lega chiede quindi al Ministro se ritenga – come noi riteniamo – importante verificare la legittimità e la correttezza del comportamento tenuto da Anas in questa circostanza e quali iniziative intenda adottare per garantire che simili improvvise decisioni non creino danni ai cittadini”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fiumicino
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Fiumicino