Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Lo sport paralimpico va a scuola: il Cip emana bandi per lo sviluppo del sistema

Avviso pubblico e contributi per 3000 euro per associazioni e società sportive

Roma – Conclusi i Giochi Paralimpici di Tokyo 2020 è tempo adesso della ripresa dell’anno scolastico, ma il Comitato Italiano Paralimpico, spenti i riflettori sulla rassegna giapponese, continua a impegnarsi per incentivare la pratica sportiva tra i più piccoli e per farlo inizia dalle scuole. Con l’inizio del nuovo anno scolastico, infatti, il Cip sostiene e promuove due progetti legati alle scuole, con l’obiettivo di avvicinare bambini e ragazzi con disabilità al mondo dello sport.

La prima iniziativa è l’Avviso Pubblico – Lo sport paralimpico va a scuola, che vuole incentivare il rapporto tra associazionismo sportivo e scolastico e prevede contributi fino a 3000 euro in favore di associazioni o società sportive paralimpiche che svolgono corsi di avviamento per studenti con disabilità durante l’anno scolastico 2021-2022. Chi voglia mandare la propria domanda per l’accesso al contributo potrà farlo a partire da domani, mercoledì 15 settembre, secondo quanto previsto nell’Avviso scaricabile qui

La seconda iniziativa, il Progetto Nazionale per lo sport paralimpico a scuola, porterà invece negli istituti ambasciatori dello sport paralimpico che possano ispirare i più piccoli, ma anche tecnici federali per favorire la pratica motoria di diverse discipline.

Attraverso la piattaforma Sofia del Miur, il Cip continuerà a promuovere nel corso dell’anno diversi corsi destinati a insegnanti di educazione fisica e di sostegno sul tema della cultura e dello sport paralimpico per favorire l’inclusione attraverso lo sport. (cip.it)

(foto@AugustoBizzi/Cip)

Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport